TwitterFacebookGoogle+

10 ragioni che spiegano perché la Finlandia è il Paese più felice del mondo

È la Finlandia il Paese più felice in cui vivere. Sia che siate un finnico duro e puro che un immigrato. È quanto emerge dai risultati dell’annuale “World Happiness Report 2018” dell’ONU, che misura il livello di felicità degli abitanti di 156 Paesi e quello degli immigrati presenti in 117 Paesi. Per chi se lo stesse chiedendo, l’Italia si piazza solo al 47esimo posto. Tra i parametri presi in esame, oltre ai classici reddito, istruzione e salute, ci sono il livello di corruzione, libertà, fiducia nelle istituzioni e inclusione. Ma non solo: ecco 10 motivi seri e semiseri, non inclusi nel rapporto, che fanno della Finlandia un Paese felicissimo.

1 – È il posto più sicuro al mondo

Quando un finlandese trova un portafogli per terra non ci pensa due volte: lo restituisce al legittimo proprietario. La Finlandia è una delle poche nazioni al mondo dove portafogli e cellulari smarriti vengono riconsegnati puntualmente. Lo conferma un test sull’onestà dei cittadini condotto su scala mondiale da Reader’s Digest , secondo cui 11 su 12 portafogli appositamente abbandonati nell’area di Helsinki sono stati restituiti. In generale la percezione di un ambiente sicuro è talmente alta che le persone non esitano a camminare da sole nei parchi della città o sui mezzi pubblici a qualunque ora del giorno o della notte.

2 – È il miglior Paese al mondo per mamme e bambini

La maggior parte dei finlandesi hanno trascorso le loro prime notti nell’ormai famosa scatola di cartone. Dal 1938 lo Stato omaggia le neo-mamme con una pratica scatola in cartone contenente indumenti, lenzuola, pannolini, giochi e un materasso, da lasciare nella scatola stessa che funge da lettino. Ma non si tratta solo dell’assistenza dei primi giorni. Tutto il sistema è pensato per andare incontro alle mamme che, ad esempio, hanno la possibilità di restare a casa fino al compimento del primo anno del bambino. E quando occorre spostarsi con il passeggino, la maggior parte degli autobus cittadini accoglie i nuovi genitori gratuitamente. Quanto alla qualità dell’istruzione, la Finlandia ha ricoperto per svariati anni il primo posto nella classifica del Programma PISA dell’OCSE per la valutazione internazionale dello studente.

3 – Al via il reddito di cittadinanza (sperimentale)

Nel dicembre 2016 il governo finlandese ha dato il via al redito di cittadinanza come esperimento sociale della durata di due anni. Lo scopo è quello di dimostrare che la misura indurrebbe i duemila selezionati, tutti disoccupati tra i 25 e i 58 anni, a cercarsi un lavoro una volta resi liberi dal rischio di perdere il sussidio statale di disoccupazione. Come funziona? Il senso è più meno questo: vi daremo  560 euro al mese, direttamente sul vostro conto corrente, fatene quello che volete, non avrete più il sussidio di disoccupazione, ma nemmeno telefonate da parte dei centri per l’impiego che vi proporranno lavori che se accettate vi farebbero perdere il sussidio. E se vi trovate un lavoro meglio per voi perché nessuno vi toglierà i 560 euro, li incasserete comunque.

4  – L’acqua è ovunque. E pulita

Non è certo un caso se la Finlandia è conosciuta come la “terra dei mille laghi”: su tutto il territorio se ne contano 188mila e sono così estesi da renderla la nazione con la più alta percentuale di acque interne al mondo. E anche tra le più pulite. Come quella che scorre dai rubinetti di Helsinki, la più pura tra tutte le metropoli del mondo.

5 – Il bosco è di tutti. Letteralmente

Circa tre quarti del territorio finlandese è coperto da foreste. Ma soprattutto in Finlandia il bosco appartiene a tutti e tutti possono raccogliere e portare a casa funghi, frutti e erbe. Il principio è racchiuso nel termine “jokamiehen oikeus” – che significa “diritto di ogni persona” – con cui s’intende, appunto, il diritto di poter camminare liberamente nella natura, dovunque si vuole. E in genere a un finlandese basta passeggiare per 5-10 minuti per inoltrarsi in una foresta.

6 – Parità di genere sin dall’asilo

C’è una ricetta che la Finlandia segue alla lettera per raggiungere la parità di genere per cui è famosa nel mondo: insegnare il concetto ai bambini sin dall’asilo cui in genere si ‘approda’ a due anni. Il risultato è una uguale partecipazione uomo-donna ai lavori domestici, nel lavoro aziendale, in politica e nella vita di tutti i giorni.

7 – Una sauna ogni due abitanti

Se i finlandesi sono felici è anche perché sono molto rilassati. Come fanno? Si concedono una sauna almeno 2 volte a settimana. La sauna è un luogo di ritrovo, in cui ci si incontra con gli amici, mentre ci si dedica alla cura del corpo. E la percentuale di chi si concede questo lusso è altissima considerando che su 5,5 milioni di abitanti si contano 3 milioni di saune.

8 – Sciano tutti

È il paradiso degli sciatori. La stagione dura più di sei mesi, da ottobre a maggio. In pieno inverno si scia sulle piste illuminate, in primavera ci pensa il sole a illuminare le discese, fino a tarda notte. Chi preferisce lo sci di fondo ha a disposizione centinaia e centinaia di piste che si snodano su laghi e foreste da Nord a Sud.

9 – Il lunapark dei bambini

La cultura nordica invita le mamme a lasciare che i propri figli giochino nel fango. E loro la accolgono. Non è raro vedere al parco bimbi con indosso delle sporchissime tutine integrali chiamate per l’appunto “kuravaatteet”, ovvero vestiti per il fango. La nazione è piena di parchi giochi per bambini, anche nel centro di città come Helsinki. E i bambini possono giocare liberamente e usare giocattoli come ruspe, palette e secchielli forniti dal parco ad uso pubblico. Nessuno porta via niente. I giocattoli rimangono lì affinché tutti possano giocarci. Il gioco all’aperto è un appuntamento quotidiano anche a scuola. Uniche restrizioni: pioggia intensa o con temperature sotto i -20.

10 La ‘sfiga’ si festeggia

10 – In Finlandia anche la sfiga va celebrata. L’appuntamento è per il 13 di ottobre: il Day for Failure. Inaugurato nel 2010, l’evento ha lo scopo di celebrare le cattive notizie e la sfortuna come un modo di imparare dal passato per avere un futuro migliore. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.