TwitterFacebookGoogle+

45 secondi di Macarena sono costate il carcere ad un 14enne saudita

I suoi 45 secondi di celebrità li ha avuti, ma gli sono costati cari: un 14enne saudita è stato arrestato dalla polizia per aver ballato la Macarena a un incrocio stradale davanti a file di macchina in attesa al semaforo.
 

pic.twitter.com/VdGFZj4qSe

— صميدع (@xmyd3) 19 agosto 2017

Il video, girato qualche tempo fa, è stato diffuso nei giorni scorsi ed è diventato virale provocando l’intervento delle forze dell’ordine, preoccupate per il “comportamento pubblico improprio”. C’è chi ha commentato le immagini del ragazzo che balla sulle note della popolare canzone dei Los del Rio, definendolo un “eroe” e una “leggenda”, e c’è chi invece lo ha condannato per il suo atteggiamento “immorale”.

Il ragazzo è stato successivamente scarcerato dopo che, insieme al padre, ha firmato una dichiarazione in cui ha promesso che “non assumerà di nuovo alcun comportamento che potrebbe mettere a rischio la sua vita e la vita di altri”, ha fatto sapere il ministero dell’Interno.
 

Le provocazioni subite da Riad negli ultimi mesi

Negli ultimi tempi il Regno wahabita è stato scosso da diverse provocazioni: all’inizio di agosto, il cantante Abdallah Al Shahani è stato fermato dopo essere stato ripreso in video, durante un festival di musica nel sud del Paese, mentre ballava la ‘dab dance’ , genere nato negli Usa nell’ambito dell’hip hop. La danza è stata vietata in Arabia Saudita dalla Commissione nazionale per il Controllo della Droga, nella convinzione che incoraggia l’abuso di sostanze stupefacenti. A luglio era stata la volta di una giovane donna, arrestata per “abbigliamento indecente” dopo che era stata ripresa in minigonna mentre girava per un sito archeologico.

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.