TwitterFacebookGoogle+

5 grane con cui fare subito i conti al rientro dalle vacanze

Gli italiani sono tornati dalle vacanze e tra grane estive, scadenze fiscali, vaccini ‘scolastici’ l’agenda del rientro è già fitta di impegni e appuntamenti. Abbiamo scelto 5 argomenti da tenere a mente.

Esami universitari a rischio fino al 31 ottobre

Fino al 31 ottobre almeno 5.444 tra docenti e ricercatori che insegnano in 79 università italiane non si presenteranno al primo degli appelli della sessione di esame autunnale dell’anno accademico 2016-2017. Spiega il Sole 24 ore: “Si tratta di una forma di protesta promossa dal Movimento per la dignità della docenza universitaria per farsi riconoscere gli scatti di stipendio bloccati dal 2011. Tutti gli esami di quell’appello sono rinviati all’appello successivo, che si terrà – questo sì – regolarmente. La proclamazione della protesta prevede che se l’appello è unico si scioperi e poi si chieda un appello straordinario dopo il quattordicesimo giorno dalla data del giorno dello sciopero. Una protesta con queste caratteristiche non si vedeva dagli anni Settanta”. Lo sciopero non tocca le altre attività istituzionali, come le lezioni o le sessioni di laurea, e ha ottenuto il via libera della commissione di garanzia sul diritto di sciopero, diversi studenti universitari si trovano a non poter contare sul primo appello per passare un esame. 

Nuovi rincari per le tasse universitarie 

Università italiana sempre più ‘salata’ per studenti e genitori. Tra qualche settimana, le famiglie italiane saranno chiamate a iscrivere i figli all’università. Ma le notizie – scrive Repubblica – che arrivano dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca non sono affatto confortanti. Anche per l’anno prossimo si prevedono rincari. L’unica àncora di salvataggio per i meno abbienti è la proposta di azzerare le tasse per coloro che hanno meno di 13mila euro all’anno di reddito Isee.

Cosa fare con gli avvisi del Fisco

Potreste aver trovato nella buca delle lettere avvisi del Fisco sul periodo d’imposta 2013 con possibili correzioni da comunicare entro il prossimo 2 ottobre. “Si tratta delle risposte dovute sulle lettere di anomalia inviate nei giorni scorsi dall’agenzia delle Entrate, derivanti perlopiù dall’incrocio dei dati presenti in anagrafe tributaria, relative a presunti mancati redditi non dichiarati dai contribuenti, persone fisiche, nel modello Unico 2014“. Lo spiega sempre Il Sole 24 Ore. “Lo scopo della procedura messa in pista dall’Agenzia è, ancora una volta, favorire l’adempimento spontaneo, secondo i dettami previsti dalla legge 190/2014, consentendo al contribuente di porre rimedio agli eventuali errori od omissioni commessi nel modello originario attraverso il ravvedimento operoso. Complice l’invio a ridosso delle ferie, però, potrebbe capitare che alcune lettere siano passate inosservate, o che il loro contenuto venga preso in esame con poco tempo per rispondere.

La corsa per i vaccini obbligatori  

I genitori avranno tempo fino al 10 settembre, per nidi e scuole materne, e fino al 31 ottobre per le scuole dell’obbligo, per presentare i documenti sui vaccini obbligatori che da quest’anno sono previsti per l’iscrizione a scuola. E’ quanto stabilito dal decreto legge sui vaccini, approvato in via definitiva dalla Camera e fortemente voluto dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin. (Piano nazionale prevenzione vaccinale 2017-2019). Per molti studenti il primo giorno di scuola sarà l’11 settembre (a parte l’anticipo al 5 nella provincia di Bolzano), per altri qualche giorno dopo, ma saranno comunque tutti in classe entro il 15. Leggi anche un altro articolo di Agi sull’argomento.

Ritorno bollente, all’insegna del caldo africano

Le vacanze sono finite ma le temperature saranno ancora estive. Agosto si concluderà con un caldo al di sopra della media stagionale e con picchi di temperature che raggiungeranno i 36-38 gradi. La situazione non cambierà nemmeno la prima settimana di settembre. Per le prime piogge bisognerà aspettare ancora diversi giorni.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.