TwitterFacebookGoogle+

7 comportamenti da evitare quando siamo al volante

Mangiare al volante, mandare messaggi truccarsi e fare baccano con i passeggeri: sono solo alcune delle principali cause di distrazione in auto, considerata ormai tanto pericolosa in materia di incidenti quanto lo è il tasso alcolico dei conducenti. E allora, ecco “Pirati della Distrazione”: un vademecum in sette punti – in versione cartacea e online – curato da “La nuova Guida”, il gruppo di autoscuole di Sermetra Holding che ne ha curato la pubblicazione. “Abbiamo dispositivi sempre più complessi e ne siamo sempre più dipendenti. Un problema che tocca soprattutto i più giovani”, ha spiegato Luca Andreoli, amministratore delegato di La nuova Guida. “Nel nostro progetto però non si parla solo di smartphone ma di distrazione a tutto tondo, perché volevamo vedere la problematica in un’ottica sistemica. Anche il cane che si muove o compagni troppo rumorosi a bordo possono compromettere la concentrazione alla guida. Il cellulare è certamente il principale strumento per issare la bandiera dei pirati sulla propria vettura ma non è il solo e l’obiettivo de La Nuova Guida con “Pirati della Distrazione” è proprio quello di compiere una disamina a 360° per scovarli tutti. Per ciascuna situazione di distrazione, viene dato un consiglio utile per abbattere i rischi in auto e fuori dall’auto.

Le 7 distrazioni al volante

  1. Parlare al telefono mentre si guida
  2. Interagire con lo smartphone
  3. Fare bagordi in auto (mangiare, truccarsi, fumare, ecc)
  4. Utilizzo del navigatore
  5. Interazione con i passeggeri;
  6. Con gli animali a bordo
  7. Distrazione fuori dall’auto, quando siamo pedoni

E 7 buone pratiche

Sono 7 anche le buone pratiche consigliate da “Pirati della Distrazione”:

  1. Se proprio devi usare il telefono usa un auricolare e tieni il volume basso
  2. ed evita telefonate stressanti e lunghe
  3. Se proprio devi rispondere ad un messaggio in chat accosta e fallo in tranquillità
  4. Aspetta la sosta ad un semaforo per cambiare cd o armeggiare con l’aria condizionata
  5. Studia un po’ il percorso prima di metterti in viaggio e se usi navigatore dello smartphone mettilo in una posizione che non ti distolga lo sguardo dalla strada oppure fai fare da navigatore al tuo passeggero se non viaggi da solo
  6. Chiedi ai tuoi passeggeri di avere un comportamento tranquillo a bordo per permetterti di mantenere la concentrazione alla guida; se hai animali a bordo trasportali in sicurezza e non liberi nell’abitacolo
  7. Quando scendi dall’auto e ti trasformi in un pedone guarda bene quello che fai e non farti distrarre dal display del tuo smartphone.

“Questa nostra iniziativa – conclude Luca Andreoli – mira a fare informazione tra gli utenti della strada cercando di prevenire gli incidenti causati dalla distrazione e si trova perfettamente in linea con l’attenzione che il Ministero sta riservando a questo tema: nei nuovi Quiz per la patente sono stati inseriti una serie di quesiti legati proprio alla distrazione mentre si è alla guida di un mezzo. In ogni caso occorre fare una considerazione generale che vale per tutti: per combattere le insidie della distrazione bisogna innanzitutto lavorare su se stessi per modificare il proprio stile di vita rispetto a certi comportamenti.”

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.