TwitterFacebookGoogle+

81– Il falso Jahvè. La fine del Regno d'Israele 1

Il Regno d’Israele durò per circa due secoli, e, nonostante travagliato da tragici conflitti dinastici, conobbe lunghi periodi di splendore, specie sotto gli Omridi e Geroboamo II.
Le testimonianze archeologiche rivelano che gli Omridi e non Salomone, avevano costruito gli edifici in pietra di Meghiddo, oltre ai complessi di Izreel e di Samaria. Importantissime testimonianze assire ci fanno sapere inoltre che Omri e i suoi successori furono in realtà potenti re che ampliarono il loro regno fino al cuore del territorio cananeo a Meghiddo, Hazor e Ghezer, e nei territori della Siria meridionale e della Transgiordania, e che mantennero uno dei più grandi eserciti permanenti della regione. Il loro regno era multietnico e l’eterogeneità della popolazione, esecrata da Giuda perché violava il Patto con Jahvè, divenne forse la loro più importante risorsa sia per l’economia, sia per l’attività edificatoria e la guerra. Naturalmente il compilatore dei libri dei Re ha delegittimato tutti gli Omridi descrivendoli come monarchi scellerati e peccaminosi e ha ignorato il loro splendore e la loro potenza militare.
Il culmine della prosperità del regno settentrionale fu raggiunto sotto il governo di Geroboamo II, come ci viene documentato dagli oracoli dei profeti Amos e Osea che con loro corrosiva denuncia della corruzione e della mancanza di religiosità dell’aristocrazia confermano indirettamente l’opulenza raggiunta nel regno in quell’epoca. Così apostrofa Amos, gli aristocratici del suo tempo: ” Voi, che giacete su letti di avorio e vi sdraiate sui loro cuscini, che divorate agnelli del gregge e vitelli della stalla. Che suonate col liuto come foste David. Che bevete in anfore il vino e che vi ungete con l’olio più fino [,..] “(Amos 6,4-6).
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.