TwitterFacebookGoogle+

A Chicago è baby boom nove mesi dopo la vittoria dei Cubs

Il 3 novembre 2016 i Chicago Cubs vincono la ‘World Series’, ovvero il massimo campionato di baseball americano, sconfiggendo i Cleveland Indians e portando a casa un titolo che mancava dal 1908. Nove mesi dopo nella città si sta registrando un vero e proprio boom di nascite, a dimostrare quanto l’entusiasmo per il trionfo della squadra del cuore avesse coinvolto le coppie della ‘windy city’. A osservarlo è l’Huffington Post.

 

“Eravamo sposati da meno di due mesi e ci eravamo detto di iniziare a provare tra sei mesi”; spiega un neo padre, “ma andammo, come dire, su di giri”. “La notte che i Cubs hanno vinto c’è stata un po’ di fortuna in più per noi”, racconta invece una donna. “E la giusta quantità di champagne”, scherza il marito, stringendo il bimbo tra le braccia. E non manca chi ha deciso di chiamare il proprio neonato ‘Theo’ in onore di Theo Epstein, allenatore della squadra, o ‘Addison’, dal nome della strada che ospita la sede del club.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.