TwitterFacebookGoogle+

A Praga "marchiano i migranti"Al Brennero scattano i controlli

(AGI) – Praga, 2 set. – La polizia ceca sta segnando i migranti in arrivo a Breclav, al confine con l’Austria, con un numero scritto a pennarello sul braccio, per identificare il treno e il vagone. E’ quanto ha riferito il sito Britske Listy. Il provvedimento riguarda anche i bambini: il sito ha pubblicato una foto che ritrae una poliziotta che indossa guanti celesti, mentre con un pennarello blu scrive un numero sul braccio di un bimbo addormentato.

L’Italia intensifichera’ i controlli al Brennero

CAOS A BUDAPEST – Intanto centinaia di migranti hanno trascorso la notte accampati davanti alla stazione Keleti di Budapest senza poter accedere ai treni in partenza. La polizia ungherese ha rafforzato la sua presenza sul posto mentre le autorita’ hanno riferito di aver intercettato ieri 2.284 rifugiati, tra cui 353 minori, entrati illegalmente nel Paese.
  All’uscita della fermata della metropolitana adiacente alla stazione si e’ creato un vero e proprio accampamento, assistiti da decine di volontari dell’assiociazione Migration Aid.

La polizia ha bloccato circa 2.000 migranti che volevano salire a bordi di treni diretti in Austria e in Germania. Circa 1.200 persone sono bloccate nella cosiddetta zona di transito, mentre le altre, uomini, donne e bambini siriani, iracheni e afghani, sono all’esterno della stazione, dove circa 150 migranti hanno inscenato una protesta.

CANALE DELLA MANICA

Eurostar, la societa’ che gestisce l‘Eurotunnel sotto il Canale della Manica fra la Francia e il Regno Unito, ha dovuto mandare questa mattina un treno da Londra a Calais per soccorrere centinaia di passeggeri bloccati nella stazione. La decisione di Eurostar si e’ resa necessaria dopo una vera e propria notte di passione che ha visto almeno sei corse interrotte a causa dello sfondamento delle barriere di recinzione da parte dei migranti irregolari che da mesi stazionano nella cittadina transalpina in attesa di arrivare in Gran Bretagna. La societa’ ha cosi’ dovuto bloccare i treni, dopo diverse segnalazioni degli stessi passeggeri che avevano visto alcune persone aggrappate sui tetti dei treni e che circolavano attorno ai binari.
  Alle 3 del mattino diversi viaggiatori avevano denunciato su Twitter e sugli altri social network di essere praticamente in ostaggio nei treni, fra l’altro al buio e al caldo e con poca acqua e cibo. Con un comunicato, questa mattina Eurostar ha fatto sapere che almeno 2mila persone sono state coinvolte dai ritardi, in parte alleviati, appunto, dall’invio del treno per il soccorso. Questa mattina il convoglio delle 7:55 ora britannica (le 8:55 in Italia) fra Londra e Parigi e’ stato cancellato e la stessa sorte tocchera’ a quello delle 11:13 dalla capitale francese a quella britannica. Un portavoce della societa’ ha detto al London Evening Standard, quotidiano londinese, che chi ha subito danni per i ritardi verra’ rimborsato del prezzo del biglietto e ricompensato. L’Eurostar e’ molto usato da imprenditori, uomini d’affari e professionisti che fanno la spola fra Londra e Parigi, collegate da centro a centro delle due metropoli in poco meno di due ore.

GRECIA: 11 SIRIANI MORTI AFFOGATI AL LARGO DI KOS

ATENE

Circa 4.300 migranti sono arrivati ad Atene, 1.800 nella notte di ieri e altri 2.500 stamani all’alba a bordo di due navi attraccate al porto del Pireo e provenienti dall’isola di Lesbos. In gran parte sono rifugiati siriani e sono stati trasportati nella vicina stazione dei treni. In mattinata e’ prevista una riunione del consiglio dei ministri.

CAGLIARI: DOMANI IN ARRIVO 790 PROFUGHI, 6 CADAVERI A BORDO

POZZALLO

Arrivera’ tra poco a Pozzallo sulla banchina del porto commerciale, nave Protector battente bandiera inglese, impegnata nel pattugliamento e soccorso nell’ambito dell’operazione Frontex. A bordo circa 150 migranti. Dalle prime informazioni ci sarebbe qualche caso di disidratazione.

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.