TwitterFacebookGoogle+

A Roma e Milano i taxi sono cari? Allora non siete mai stati a Tokyo

Il Cairo è la città dove è più conveniente girare in taxi, mentre a Tokyo si pagano le tariffe più salate. Quanto all’Italia, Roma e Milano si collocano in una posizione intermedia, comunque nella parte della classifica che raggruppa le città più costose.

E’ quanto emerge dall’inchiesta realizzata da Carspring, piattaforma inglese specializzata nella compravendita di auto usate, che ha comparato le tariffe delle auto di servizio pubblico di 80 tra le città più visitate al mondo, considerando alcuni parametri quali appunto un percorso di 3 km interno alla città, lo spostamento da aeroporto al centro città, un’ora d’attesa, lo scatto iniziale e quello per ogni chilometro percorso. I costi sono stati tradotti in euro e armonizzati anche grazie a un algoritmo specificamente studiato, tenuto conto che in diverse realtà metropolitane esistono tariffe prefissate per percorsi dallo scalo aereo alla city.

Carspring ha anche segnalato il tipo di modello di auto pubblica più diffuso in ogni città e la presenza o meno dell’alternativa di trasporto su gomme fornita da Uber. La città dove più conviene prendere un taxi, quale che sia la vostra destinazione, è Il Cairo: nella capitale egiziana, dove pure c’è Uber, il tragitto tra l’aeroporto e il centro costa appena 3,73 euro e lo scatto iniziale del tassametro è di 0,20 centesimi. Per ogni km in più si aggiungeranno 0,09 centesimi a quello che dovrete pagare, una sosta di un’ora del tassista che vi attende mentre fate shopping può costare poco più di un euro e un percorso di 3 km all’interno della città costa appena 0,49 centesimi. E l’auto su cui vi muoverete sarà probabilmente una Hyundai Elantra.

A Tokyo, invece, sarà il caso di evitare il taxi per andare dall’aeroporto al centro, a meno che non siate disposti a spendere 168,67 euro. Questo non ne fa però la città più cara in assoluto dal punto di vista dell’uso dei taxi. Tale privilegio spetta a Zurigo, dove per viaggerete in Mercedes, una delle case produttrici più gettonate come auto pubbliche al mondo. Nella città svizzera il tragitto aeroporto-centro città costa 62,25 euro, il primo scatto del tassametro è di 7,37 euro, pagherete 4,61 euro per ogni chilometro percorso, un’ora d’attesa vi costerà 73,68 euro e per 3 chilometri in auto in città vi fanno spendere 22,43 euro.

Roma e Milano a metà classifica

Nella classifica, le città italiane prese in considerazione sono soltanto Roma e Milano: entrambe si collocano nella seconda metà della classifica stilata per convenienza. Roma è al 51esimo posto, ha come auto preferita dai tassisti la Mercedes e offre l’alternativa-Uber; andare dall’aeroporto al centro della città richiederà 48 euro netti, lo scatto alla partenza nel tassametro è di 2,74 euro; poi, ogni chilometro costerà 1,53 euro, un’ora di attesa 26,76 euro e un percorso di 3 km circa 7,78 euro. A Milano, al 59esimo posto, invece ci si muove prevalentemente su Fiat Ulysse e anche il capoluogo lombardo offre Uber come alternativa al tradizionale taxi. Andare dall’aeroporto al centro costa 90,2euro, il primo scatto del tassametro è di 3,85 euro, cui si aggiungeranno per ogni chilometro percorso 1,42 euro, un’ora di attesa vi costerà 87,80 euro e 8,57 euro per 3 km percorsi all’interno della città.

Londra capitale europea dei taxi? Non per i prezzi 

Meno convenienti delle città italiane sono alcune capitali europee, quali ad esempio Londra dove, se è vero che il taxi è l’auto tipica che identifica la capitale inglese (il Tx4 Hackney Carriage), andare dall’aeroporto alla City vi costerà 64,22 euro, lo scatto iniziale è di 2,73 euro, ogni chilometro 2,57 euro, un’ora d’attesa vi farà spendere 32 euro e un percorso di 3 km vi costerà 10,97 euro. Dal 70esimo al 73esimo posto della classifica, ci sono le città tedesche prese in considerazione. A partire da Berlino passando per Stoccarda, Amburgo e Monaco, con tariffe molto diverse. Se ad esempio a Berlino andare dall’aeroporto al centro costa appena 28,20 euro, a Monaco dovrete calcolare 72 euro, con scatto iniziale la partenza di 4,86 euro, ma solo 1,45 euro per ogni chilometro percorso, laddove a Berlino ce ne vogliono 2,10 euro; un’ora di attesa, poi, a Monaco costa 51,56 euro contro i 30 euro di Berlino e Stoccarda.

Naturalmente in tutte e tre le città i taxi sono prevalentemente Mercedes Classe E. Tra le tariffe più care per muoversi tra aeroporto e centro città, c’è quella applicata da Oslo, 76,84 euro, città al 63esimo posto, e quella di Nizza, 64,35 euro, 62esima in classifica. Fuori dall’Europa, a San Francisco, al 56esimo posto, dove i taxi sono prevalentemente Ford Fusion Hybrid, e c’è l’alternativa Uber, il tragitto aeroporto-downtown costa 47,22 euro, con uno scatto iniziale di 3,20 euro, quello per chilometro di 1,56 euro e 30,19 euro se volete fare attendere il taxi un’ora.

Molte le città dove c’è la concorrenza di Uber

Los Angeles è al 50esimo posto, con le sue Toyota Camry Hybrid, tariffa per andare dall’aeroporto in città di 46,60 euro, scatto iniziale a 2,50 euro, 1,65 per ogni chilometro percorso e 17,86 euro per un’ora di attesa. In Australia, il taxi non è molto caro a Sidney (48esima), dove girerete in Ford Falcon, ci sarà l’alternativa Uber, andare dal centro città vi costerà 33,95 euro, lo scatto iniziale sarà di 3,95 euro, per ogni chilometro pagherete 1 euro, e un’ora di attesa vi costerà 25 euro; a Melbourne, che è al 39esimo posto di questo ranking, dove pure ci sono prevalentemente Ford Falcon, la tariffa aeroporto-centro è di 31,64 euro, 2,84 euro il primo scatto, 1,12 euro ogni km a 23,15 euro un’ora di sosta. Tra le città considerate c’è anche Lagos in Nigeria, dove usano prevalentemente Ford Mondeo, la tariffa dall’aeroporto alla città è di 13,82 euro, lo scatto iniziale di 2 euro , ogni km si aggiungono 1,54 euro e la sosta di un’ora costa 29,90 euro; Lagos è al 46esimo posto.

Sorpresa: Parigi è una delle città più convenienti d’Europa

Per New York, 43esima, andare su una Ford Crown Victoria dall’aeroporto al centro città richiederà 63,22 euro, 2 euro lo scatto iniziale, 1,46 euro ogni chilometro e 34,72 euro un’ora di attesa. Mumbai in India e Bucarest in Romania si sono rispettivamente conquistate il secondo e terzo posto della convenienza. L’ex Bombay usa prevalentemente Toyota Innova, ha l’alternativa Uber, costa 3,94 euro andare dall’aeroporto al centro città, lo scatto iniziale è di 0,37 euro, per ogni km ci vorranno 0,8 centesimi e l’attesa di un’ora costerà 1,66 euro. A Bucarest a bordo di una Dacia Logan pagherete 14,68 euro per andare all’aeroporto in centro città, tariffa iniziale a 0,33 centesimi, 0,31 centesimi per ogni chilometro, 3,06 per per un’ora d’attesa. A Tunisi, al sesto posto della classifica, andrete in giro su Renault Clio, ma non avrete la possibilità di trovare il servizio Uber; tuttavia andare dall’aeroporto al centro città vi costerà 3,99 euro, 0,17 euro il primo scatto, 0,38 centesimi il costo a km, un’ora di attesa 7,56 euro. Parigi, tra le più convenienti città europee al 35esimo posto della classifica, vede una spesa di 39,02 euro per andare dall’aeroporto in città e 23,37 un’ora di attesa taxi. Poco più su, al 32esimo posto, Barcellona, con le sue Sodano Octavia, che da aeroporto a centro chiedono 39euro e 6,26 per un’ora di attesa. “In alcune città prendere un taxi non è semplice – spiega il fondatore e Ceo di Carspring, Maxmillian Vollenboich – in altre il turista rischia di pagare più della tariffa dovuta. Noi speriamo che la nostra ricerca aiuti i viaggiatori”. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.