TwitterFacebookGoogle+

Aborto, Salvini attacca il Papa: “È una civiltà che va a morire”

Nuovo attacco a papa Francesco. Il leader della Lega Nord critica il “perdono” a chi pratica l’aborto: “Questa civiltà va a morire”
Sergio Rame – Mar, 22/11/2016 –

Nuovo attacco di Matteo Salvini a papa Francesco.

Il segretario federale della Lega Nord ha criticato il “perdono” del Santo Padre alle donne e ai medici che praticano l’aborto. “Questa è una civiltà che va a morire: fa il paio con il Papa e le sue riflessioni sull’aborto”, ha attaccato parlando, a Radio Padania, della canzoncina per bambini Natale di cioccolata scelta da una scuola media del Parmense in cui Babbo Natale porta “un sacco pieno di permessi di soggiorno”.

Papa Francesco ha deciso di aggiornare il Codice di Diritto Canonico riguardo all’assoluzione del “grave peccato dell’aborto”, fino ad ora riservata al vescovo che poteva dare la facoltà di assolvere da questo “delitto” (che comporta la scomunica latae sententiae) ad alcuni sacerdoti della propria diocesi. Nell’Anno Santo Straordinario che si è concluso ieri, il Pontefice aveva concesso tale facoltà a tutti i sacerdoti del mondo ed ora nel documento Misericordia e misera ha stabilito che si vada avanti così, svuotando in pratica la scomunica, che resta per ora in vigore ma non ha più effetto pratico in quanto basta confessarsi in una qualunque parrocchia perché sia tolta.

L’apertura di Bergoglio ha scatenato accese polemiche tra i politici. Mentre Emma Bonino, leader dei Radicali, parla di “gesto coraggioso”, Salvini accusa papa Francesco di contribuire alla morte della civiltà.

http://www.ilgiornale.it/news/politica/aborto-salvini-attacca-papa-civilt-che-va-morire-1334840.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.