TwitterFacebookGoogle+

Accadde oggi: esce il primo film sonoro

7 agosto

1926 – Al Warner Theater di New York la Warner Bros presenta al pubblico “Don Juan” interpretato da John Barrymore, il primo film con il sonoro sincronizzato con le immagini cinematografiche. Venne utilizzato un sistema, chiamato Vitaphone, con il quale la macchina da proiezione era collegata meccanicamente ad un giradischi che riproduceva la colonna sonora.
Per la prima volta il pubblico pagante potè sentire effetti sonori come il cozzare delle spade durante i duelli e una musica sincronizzata con le immagini, quindi una musica scritta per commentare precise sequenze cinematografiche. Il film non conteneva però sequenze parlate. (Per festeggiare al meglio l’avvento del cinema sonoroin fondo vengono proposti ben tre filmati: una sequenza di seduzione di “Don Juan“, Al Jolson che canta in “The Jazz Singer” e il primo cartone animato con Topolino)
300px-Vitaphone215px-The_Jazz_Singer_1927_PosterIl sonoro nel cinema in realtà era nato già nei primi anni del XX secolo come sonoro non sincronizzato con le immagini cinematografiche. In tali anni infatti nacque la consuetudine, proseguita fino agli anni ’20, di accompagnare la proiezione del film con musica eseguita dal vivo solitamente da un pianista o da un organista ma a volte anche da un’orchestra.
La nascita del cinema parlato avvenne un anno dopo, il 27 ottobre 1927, con il film “The Jazz Singer” interpretato dal cantante Al Jolson e prodotto sempre dalla Warner Bros con il sistema Vitaphone, in cui fu possibile ascoltare gli attori sia parlare (una frase del protagonista rivolta al pubblico e un breve dialogo tra il protagonista e la madre in tutto) che cantare (varie canzoni).
200px-Sunrise_vintageIl principale difetto del Vitaphone era il sincronismo: infatti, se il proiezionista si fosse trovato costretto a togliere anche un solo fotogramma al film, l’immagine non sarebbe più stata sincronizzata con il suono.
L’ulteriore passo avvenne con l’introduzione del cosiddetto sonoro ottico, in cui il sonoro è registrato direttamente sulla pellicola cinematografica su cui sono registrate anche le immagini tramite un procedimento ottico. La prima colonna sonora ottica fu introdotta, con il sistema Movietone, dalla 20th Century Fox sempre nel 1927 con il capolavoro di Murnau “Sunrise” (Aurora in italiano).
215px-DerblaueengelIl 18 Novembre del 1928 uscì a New York il cortometraggio di Walt Disney “Steamboat Willie” con cui fa il suo esordio nel cinema il personaggio di Topolino. Anche se era stato preceduto da un altro cartone animato sonoro che passò inosservato, è considerato come il primo per il grande successo che ottenne. La perizia tecnica e la semplicità con cui Disney si servì del sonoro contribuirono a farne un protagonista assoluto dei primi anni del cinema sonoro.
Nel 1930 vide la luce il primo film sonoro europeo “L’Angelo Azzurro” di Josef von Sternberg con Marlene Dietrich.

 

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.