TwitterFacebookGoogle+

Accadde oggi: il Glorioso Rimpatrio dei Valdesi

27 agosto copiaFu Arnaud Henri, pastore e comandante, che guidò i Valdesi nel “Glorioso rimpatrio”. Seguendo le istruzioni di Janavel (Giavanello), già comandante dei Valdesi in esilio, troppo vecchio per partecipare direttamente, condusse un piccolo esercito di 972 uomini, compresi alcuni ugonotti francesi, da Prangins, sul lago di Ginevra, verso le valli piemontesi, attraversando la Savoia per 200 chilometri e scavalcando passi oltre 2.500 metri d’altezza.

glorioso rimpatrio2
In Val Susa i Valdesi furono intercettati dalle truppe franco-piemontesi, che sconfissero sonoramente, e poco distante, in Val Germanasca, Arnaud, con la spada in una mano e la Bibbia nell’altra, poté finalmente celebrare una funzione religiosa in un tempio valdese. Proseguendo la marcia, i Valdesi arrivarono in Val Pellice, a Bobbio, dove pronunciarono un solenne giuramento. Tuttavia la reazione franco-savoiarda non si fece attendere e i circa 400 sopravvissuti dovettero arroccarsi a Balsiglia, in Val Germanasca, dove, tra l’ottobre 1689 e il maggio 1690, respinsero diversi attacchi dei 5.000 soldati nemici. Ma il 14 maggio, logorati dal cannoneggiamento nemico, essi abbandonarono le posizioni, approfittando della fitta nebbia e si dispersero sui monti sopra Torre Pellice, luogo d’insediamento “definitivo” dei Valdesi.
La situazione internazionale volse a favore delle comunità valdesi: il duca di Savoia abbandonò la sua alleanza con la Francia per firmarne una con Inghilterra e Olanda e quindi gli divenne strategicamente utile impiegare i valdesi in funzione anti-francese. Liberò i prigionieri, favorì il rientro dalla Svizzera degli esiliati e offrì il cosiddetto Editto di reintegrazione, con il quale i Valdesi furono riconosciuti legittimi proprietari dei loro territori.

 

 

 

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.