TwitterFacebookGoogle+

Accadde oggi: inizia la rivolta dei Sioux

17 agosto copiaLa rivolta. Il 17 agosto 1862, quattro nativi americani Dakota uccidono cinque coloni durante una battuta di caccia e un consiglio di Dakota decide di attaccare gli insediamenti in tutto il Minnesota River. Non c’è mai stato un rapporto ufficiale sul numero dei coloni uccisi, ma le stime parlano 400-800 morti. Nei mesi successivi continuarono le battaglie contro i coloni e più tardi la United States Army, che si conclusero però con la resa dei Dakota e più di mille prigionieri. Dopo processi e condanne, 38 Dakota sono stati impiccati il 26 dicembre 1862, nella più grande giornata di esecuzioni nella storia americana. Nell’aprile 1863 il resto dei Dakota sono stati espulsi dal Minnesota verso Nebraska e South Dakota.

I motivi della rivolta.Gli Stati Uniti e i leaders Dakota avevano negoziato trattati (1851) che prevedevano la cessione di ampi tratti di territorio in cambio di denaro e beni (i nativi accettarono di vivere nella riserva indiana).
(guarda i video sui nativi americani “Buried in teeth”, canta Mariee Sioux e “Native American Sioux” danza filmata da Thomas Edison nel 1894)

Ma gran parte della “compensazione” promessa, nonostante interminabili e inconcludenti trattative successive, non è mai arrivata, è stato persa, o è stata effettivamente rubata a causa della corruzione dell’Ufficio per gli affari indiani. Perdita dei terreni, mancato pagamento delle rendite, trattati non rispettati, oltre a scarsità di cibo e carestie in seguito alla mancata coltivazione sono stati i motivi del crescente malcontento e della rottura dei negoziati che portò all’insurrezione.
Secondo la leggenda, durante una riunione dei Dakota, il governo statunitense e i commercianti locali, i rappresentanti Dakota chiesero al rappresentante dei commercianti del governo di vendere loro il cibo a credito, avendo per risposta “”Per quanto mi riguarda, lasciate che si nutrano di erba”.

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.