TwitterFacebookGoogle+

Accadde oggi: Lindbergh attraversa in volo l’Oceano Atlantico

21 maggio1927 – Atterra a Parigi alle ore 22 Charles Lindbergh, a bordo del suo monoplano leggero: era decollato da New York 33 ore e 40 minuti prima. Ha compiuto la prima traversata aerea in solitario e senza scalo dell’ Oceano Atlantico.
Quella magica impresa, compiuta ancora agli albori dell’aviazione, lo consegnò direttamente alla leggenda e a prestigiosi riconoscimenti. Il presidente degli Stati Uniti Coolidge gli concesse la Distinguished Flying Cross e lo nominò colonnello della riserva dell’aviazione; il governo francese gli concesse invece la Legion d’Onore.
Nello stesso anno Lindbergh venne eletto dal Time «Man of the Year».
(In fondo potrai vedere un breve filmato della RAI sull’impresa e ascoltare la canzone “Lindbergh” di Ivano Fossati a lui dedicata)
In seguito grazie ai soldi del Fondo Monetario del Daniel Guggenheim affronta un volo promozionale della durata di tre mesi sempre con il miticoCharles_Lindbergh “Spirit of St. Louis”, atterrando in 92 città americane e concludendo la sua traversata a New York.
Il nome di Lindbergh è legato anche alla triste vicenda del rapimento e dell’uccisione del figlioletto Charles August, uno dei primi casi di kidnapping, che ebbe risonanza internazionale. Il piccolo, di due anni d’età, fu rapito in circostanze misteriose l’1 marzo 1932 dall’abitazione di campagna dei Lindbergh, nel paese natio della moglie. Dopo oltre due mesi di vane ricerche, il piccolo fu ritrovato privo di vita a poche miglia di distanza da casa Lindbergh.
Del rapimento di Baby Lindbergh fu accusato Bruno Hauptmann, un immigrato tedesco, carpentiere ed ex detenuto, che venne processato tre anni più tardi. Malgrado si fosse sempre proclamato innocente, Hauptmann venne giustiziato sulla sedia elettrica nel 1936.
L’exploit transoceanico di Lindbergh è stato raccontato nel film “L’aquila solitaria” (The Spirit of St. Louis, 1956) diretto da Billy Wilder e con James Stewart nella parte del protagonista.

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.