TwitterFacebookGoogle+

Accadde oggi: nasce Isaac Newton

 

4 gennaio copiaE’ un genio assoluto. Inventa il calcolo infinitesimale a fine Seicento (con Leibniz). Scopre le leggi della dinamica e la legge di gravitazione universale. Nel suo giardino si chiede quale forza impedisce alla luna di cadere dal cielo, così come una mela cade dall’albero (sembra comunque una leggenda nella leggenda che la mela osservata gli cada proprio intesta). Nel 1687 pubblica i Philosophiae Naturalis Principia Mathematica, uno dei più importanti trattati di tutti i tempi dove, attraverso le sue leggi del moto, crea i fondamenti per la meccanica classica.
(Alla fine, la prima parte di un documentario sulla vita di Isaac Newton)
Il suo metodo scientifico procede per induzione dagli effetti alle cause (procedimento analitico), poi considera le cause generali deducendone il motivo dei fenomeni (procedimento sintetico).
Alle due parti del processo Newton applica quattro regole fondamentali per ragionare:
newton1a) non ammettere spiegazioni superflue;
b) assegnare agli stessi effetti le stesse cause;
c) riconoscere come universali qualità uguali che appartengono a corpi diversi;
d) considerare vero fino a prova contraria ciò che viene indotto a partire da prove sperimentali.
«Hypotheses non fingo», è la celebre frase di Newton con la quale egli dichiara di rifiutare qualsiasi spiegazione della natura che prescinda da una solida verifica sperimentale; escludendo così tutte quelle “finte” ipotesi scientifiche sui fenomeni, proclamate fino a quel momento dalla metafisica.

newton5Notevole l’influenza delle idee di Newton sui posteri. In particolare in Inghilterra, grazie a persone come Edmund Halley. In Francia, grazie al ‘patrocinio’ filosofo illuminista Voltaire e, in seguito ai lavori di Eulero, D’Alambert, Lagrange e Laplace. E in Germania, dove il filoso Immanuel Kant fu influenzato dalla visione newtoniana del mondo.
Nel XX secolo ci si è però accorti dell’inesattezza della concezione newtoniana dello spazio e del tempo. Infatti nella teoria della relatività di Albert Einstein lo spazio ed il tempo assoluti non esistono più e sono rimpiazzati da un’entità chiamata spazio-tempo dove lo spazio e il tempo si influenzano a vicenda, con conseguenti cambiamenti nelle leggi del moto e della meccanica classica.

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.