TwitterFacebookGoogle+

Accadde oggi: nasce Jose’ Saramago

16 novembre copia« Il Maestro è uno degli ultimi titani di un genere letterario in via di estinzione» Harold Bloom su Saramago.
Inizia la sua carriera come giornalista, ma Saramago si era sempre opposto tenacemente al regime di Salazar dal quale era sempre stato pesantemente censurato nella propria attività. S’iscrisse clandestinamente al Partito Comunista portoghese nel 1969, riuscendo sempre ad evitare di finire nelle mani della polizia politica del regime. Dal 1974 in poi, in seguito alla cosiddetta “Rivoluzione dei garofani” Saramago si dedicò completamente alla scrittura e gettò le fondamenta di quello che può essere definito un nuovo stile letterario ed una nuova generazione post-rivoluzionaria. Il riconoscimento a livello internazionale arrivò solo negli anni novanta, con Storia dell’assedio di Lisbona, una delle più belle storie d’amore mai scritte, il controverso Il Vangelo secondo Gesù Cristo e Cecità
(continuando puoi vedere il filmato di José Saramago “Falsa democracia” e un secondo filmato sulle sue opere) . saramogo2
Nel 1998 gli venne assegnato il premio Nobel per la letteratura perché “con parabole, sostenute dall’immaginazione, dalla compassione e dall’ironia ci permette continuamente di conoscere realtà difficili da interpretare”. Del discorso che tenne alla consegna del premio famoso è l’incipit: “l’uomo più saggio ch’io abbia mai conosciuto non era in grado né di leggere né di scrivere”, disse riferendosi a suo nonno. Molte sue prese di posizione contro corrente suscitarono aspre polemiche: quelle ”contro lo Stato d’Israele e in seguito sulle vignette satiriche antislamiche «quello che mi ha davvero spiazzato è l’ irresponsabilità dell’ autore o degli autori di quei disegni. Alcuni ritengono che la libertà di espressione sia un diritto assoluto. Ma la cruda realtà impone dei limiti». Vi è stato chi ha fatto notare la contraddizione di questa presa di posizione con il diverso atteggiamento successivamente assunto nei confronti di un analogo caso di satira rivolta a figure simbolo della religione cristiana. Saramago aveva aperto un blog dove scriveva costantemente, mantenendo così il contatto diretto con i suoi lettori. Dalle sue pagine aveva anche contestato il premier italiano Silvio Berlusconi per la sua politica “Fino a quando , o Silvio, abuserai della nostra saramago6pazienza?”, aveva apostrofato Berlusconi, parafrasando Cicerone. In seguito a tale articolo, la casa editrice Einaudi (Gruppo Mondadori) annunciò che non avrebbe pubblicato la raccolta dei suoi scritti sul blog denominata Il quaderno, che sarà comunque edita in Italia, ma a cura di Bollati Boringhieri. L’opera di Saramago è oggi pubblicata in Italia da Giangiacomo Feltrinelli Editore. Nel 2002 fu eletto presidente onorario dell’Associazione Luca Coscioni (associazione Radicale) per la libertà di ricerca scientifica. Saramago è morto il 18 giugno 2010 intorno alle 13,00 nella sua residenza di Tías, nelle Isole Canarie, dove si era trasferito, anche a seguito delle aspre polemiche suscitate dalle sue posizioni sulla religione.

 

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.