TwitterFacebookGoogle+

Accadde oggi: protesta contro la guerra di John Lennon e Yoko Ono

27 marzo

1969 – John Lennon e Yoko Ono tennero un Bed-In per la Pace, rimanendo a letto per una settimana nella suite 702 dell’Hotel Hilton di Amsterdam. Questo fu il loro modo non violento di protestare contro la guerra e per promuovere la pace mondiale.
Due mesi dopo, a partire dal 26 maggio, ripeterono la performance in Canada al Queen Elizabeth Hotel di Montreal; in questa occasione parteciparono ad una registrazione collettiva della canzone Give Peace a Chance, ancor oggi inno del movimento pacifista internazionale. (In fondo potrai vedere in 2 filmati l’evento di Amsterdam e la registrazione a Montreal di Give Peace a Chance)
John Lennon e Yoko Ono si erano sposati a Gibilterra il 20 marzo e dal momento che il loro matrimonio era un grandelennon ono avvenimento mediatico, pensarono di sfruttarlo a sostegno della pace. Per questo organizzarono il Bed-In (storpiatura ironica del termine Sit-In di protesta), trascorrendo la loro luna di miele a letto lasciando libero accesso a stampa e televisioni. I giornalisti si trovarono davanti i due coniugi in pigiama, eternamente a letto, che parlavano di amore e pace universali con appesi alla parete della camera cartelli scritti a mano con scritte tipo “Hair Peace” (Pace dei capelli) e “Bed Peace” (Pace a letto).
Nel dicembre 1969, John e Yoko diffusero il loro messaggio di pace attraverso cartelloni pubblicitari sparsi nelle maggiori città del mondo che recavano la scritta “WAR IS OVER! If You Want It – Happy Christmas From John and Yoko” (LA GUERRA È FINITA! Se lo volete – Buon Natale da John & Yoko).

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.