TwitterFacebookGoogle+

Accoltello' chef Eataly Roma: perizia psichiatrica per afghano

(AGI) – Roma, 27 gen. – Sara’ sottoposto a perizia psichiatrica Hosseini Sharif, il 25enne aiuto cuoco di origine afghana che il 30 ottobre scorso accoltello’ all’interno del megastore Eataly, all’Ostiense, uno chef ferendo anche un addetto alla sicurezza intervenuto per sedare la lite tra i due. Lo ha deciso il gup Costantino De Robbio accogliendo una richiesta dell’avvocato Piero Vinci, difensore dell’imputato per il quale la procura ha chiesto il rinvio a giudizio per duplice tentato omicidio e lesioni personali. Saranno gli psichiatri Lorenzo Mosca e Fabrizio Iecher, consulenti rispettivamente di difesa e accusa, a dire, nell’ambito del giudizio abbreviato, se l’afghano fosse capace di intendere e di volere al momento dell’aggressione e se puo’ stare in giudizio. In possesso di un permesso di soggiorno per rifugiati politici, Hosseini accoltello’ lo chef, con il quale lavorava gia’ da diversi mesi, dopo aver perso la pazienza perche’ continuamente definito ‘omosessuale’ dal collega. Secondo quanto accertato dalla procura, l’imputato si sarebbe scagliato contro la vittima, inseguita per una scalinata interna e accoltellata davanti a numerosi clienti. Prima di essere arrestato, l’afghano riusci’ a colpire anche un addetto alla sicurezza del locale accorso in aiuto dello chef. Oscar Farinetti,patron di Eataly, defini’ l’aggressore “un lavoratore modello”. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.