TwitterFacebookGoogle+

Addio a Vittorio Sermonti, dantista e finalista allo Strega

Roma – La cultura italiana perde uno dei suoi dantisti piu’ illustri: Vittorio Sermonti si e’ spento a 87 anni a Roma, dove era ricoverato da qualche giorno. Tre giorni fa sul suo profilo Twitter l’ultimo post: “cari amici, mi prendo qualche giorno di riposo. I vostri commenti mi faranno compagnia”. La notizia della morte, avvenuta ieri sera ma comunicata dalla moglie questa mattina, e’ stata confermata dall’ufficio stampa della Garzanti, la casa editrice con cui a marzo aveva pubblicato il suo ultimo romanzo: “Se avessero”.

Finalista all’ultima edizione del premio Strega, si era piazzato terzo e chi lo ha conosciuto ricorda che ha vissuto con grande ironia l’esperienza del premio letterario piu’ discusso d’Italia. Nato a Roma nel 1929, aveva pubblicato molto giovane tre romanzi e solo nel 1989 era tornato alla narrativa, prima di un’altra pausa lunga 27 anni conclusa con ‘Se avessero’, sorta di ‘testamento letterario’. E’ stato anche attore, regista televisivo e teatrale. (AGI)

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.