TwitterFacebookGoogle+

Addio ad Abbas Kiarostami, maestro del cinema iraniano 

Teheran – Il regista iraniano, Abbas Kiarostami, è morto in Francia all’età di 76 anni. Kiarostami, che vinse la Palma d’oro a Cannes nel 1997, era malato di cancro. La notizia è resa nota dall’agenzia Isna e confermata dalla Casa del cinema di Teheran. Considerato un punto di riferimento per il cinema iraniano, Kiarostami è stato apprezzato anche a livello internazionale.  Godard ha dichiarato: “Il cinema inizia con D.W Griffith e finisce con Abbas Kiarostami”. Martin Scorsese lo ha definito il modello più alto di regista cinematografico e Nanni Moretti è da sempre un suo grande estimatore. 

Esordì con alcuni cortometraggi ispirati al cinema Neorealista italiano. Il suo primo lungometraggio di rilievo fu ‘Il viaggiatore’, girato nel 1974, dove il protagonista, un piccolo adolescente, cerca in tutti i modi di procurarsi un biglietto per vedere allo stadio la partita della nazionale a Teheran. Nel corso della sua carriera ha diretto numerosi documentari a sfondo didattico. Il grande successo arrivò però nel 1997 con ‘Il sapore della ciliegia’ che vinse la Palma d’oro a Cannes.

Nel 2005 diresse un episodio di Tickets insieme ad Ermanno Olmi e Ken Loach. L’ultimo suo lavoro è stato nel 2012 con ìQualcuno da amare’, il film è stato presentato in anteprima e in concorso per la Palma d’oro alla 65esima edizione del Festival di Cannes. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.