TwitterFacebookGoogle+

Addio al poeta Yves Bonnefoy

Parigi – E’ morto Yves Bonnefoy, uno dei più noti poeti contemporanei, è morto. Scrittore prolifico (almeno 100 libri editi),saggista, fu anche uno straordinario traduttore in francese di Shakespeare, William Butler Yeats, Petrarca, George Seferis, Leopardi. Tradurre, afferma in un volume edito da Sellerio (altro editore italiano delle sue opere è Einaudi),è un “leggere scrivente”, ovvero un “dire quasi la stessa cosa” pronunciata da colui che viene tradotto. Una sorta di ripetizione dello spirito chi ha scritto quella determinata opera letteraria.

Yves Bonnefoy se ne è andato ieri all’età di 93 anni, secondo quanto riferito dal College de France, del quella era docente onorario. Nato nel 1923 nella francese Tours dall’unione di un padre ferroviere con una madre insegnante, si accostò nel corso della sua carriera al surrealismo, dal quale prese le distanze poi nel 1953. Nel 1987 fu insignito del premio Goncourt. “La mia amarezza -affermò in un’intervista- è che il nostro sistema scolastico non dà alla poesia il posto che questa merita”. La sua libertà e disinvoltura gli guadagnarono la gratitudine di eserciti di lettori, che apprezzavano il suo scarso attaccamento alle ortodossie, e il suo avere una sola chiave di scrittura: “Tutto cio’ che abbiamo intorno -disse- è fonte di ispirazione per la poesia”, che a sua volta è “un modo di scoprire il significato fondamentale della vita”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.