TwitterFacebookGoogle+

Adulti adescati in chat, 16 anni a inglese in appello

(AGI) – Roma, 15 set. – Adescava uomini in una chat di incontri per adulti, li raggiungeva nelle loro case per un rapporto sessuale e poi li picchiava selvaggiamente per poterli rapinare. In un caso, pero’, l’incontro si era concluso tragicamente con la morte di un anziano di 68 anni, assassinato nella sua abitazione a Torvaianica, e in un altro un 55enne, bloccato con spray urticante e legato nel suo appartamento a Casal Morena, riusci’ a salvarsi gridando aiuto e spingendo i vicini di casa a chiamare la polizia. Per questi due episodi, l’inglese Jason Peter Marshall, 27enne originario di Greenwich, si e’ visto ridurre dalla prima corte d’assise d’appello di Roma la condanna (da 22 a 16 anni di reclusione) inflitta lo scorso luglio dalla corte d’assise di Frosinone con il riconoscimento del vizio parziale di mente.A determinare il sensibile sconto di pena sono state l’assoluzione per due capi di imputazione (rapina e danneggiamento) e la concessione delle attenuanti generiche prevalenti sulle aggravanti contestate. Marshall venne arrestato nella notte tra il 21 e il 22 febbraio del 2013 con l’accusa di aver aggredito U.G., di 55 anni, al quale, dopo uno scambio di effusioni nell’abitazione di Casal Morena, aveva spruzzato al volto dello spray urticante e legato i polsi con il nastro adesivo. Lo straniero, dopo aver picchiato e cercato di imbavagliare l’uomo, si era fatto consegnare 400 euro e i codice di accesso per le carte di credito prima di scappare. La polizia, pero’, impiego’ ben poco per ricostruire la vicenda e risalire all’identita’ dell’aggressore che venne bloccato su un bus. E dalle indagini emerse che qualche giorno prima Marshall aveva ucciso Vincenzo Iale a Torvaianica, per sottrargli il bancomat, dopo un rapporto sessuale. Iale, colpito con numerose coltellate al torace, venne strangolato con il filo elettrico. Una volta espiata la pena, hanno deciso i giudici, Marshall dovra’ trascorrere non meno di tre anni in una casa di cura e custodia. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.