TwitterFacebookGoogle+

Aerei: stop di Alfano agli scioperi "motivi di ordine pubblico"

Roma – “Ho mandato una circolare a tutti i prefetti perche’ adottino con urgenza i provvedimenti necessari (ai sensi dell’articolo 2 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza) perché il traffico aereo si svolga con regolarita’”. A renderlo noto e’ il ministro dell’Interno Angelino Alfano. “Questo perche’ – spiega il ministro – la giornata di domani sara’ una delle piu’ affollate, negli aeroporti, di tutta la stagione estiva 2016, con un impatto, dalle 10 alle 18, su 2.200 voli tra nazionali e internazionali, di cui 450 solo a Fiumicino, e su circa 350.000 passeggeri. Il diritto di sciopero va garantito, ma allo stesso tempo deve essere garantito il diritto di mobilita’ dei cittadini per evitare anche gravi ricadute sull’ordine e la sicurezza pubblica”.

Tar del Lazio annulla differimento sciopero di domani

“E’ giusto e doveroso che il Governo adotti qualsiasi misura per differire lo sciopero degli operatori di volo, per motivi di ordine pubblico, proclamato per domani”. E’ quanto ha affermato il vice ministro delle infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini, commentando la decisione del Tar del Lazio di annullare l’ordinanza con la quale il ministro Graziano Delrio aveva differito lo sciopero proclamato per domani dai sindacati dei controllori di volo dell’Enav. In una nota, Nencini sottolinea che “lo sciopero potrebbe provocare disagi di proporzioni enormi per centinaia di migliaia di cittadini in un momento di intenso flusso turistico negli aeroporti italiani”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.