TwitterFacebookGoogle+

Afghanistan: battaglia a Kunduz, sfida tra Ghani e mullah Mansour

(AGI) – Kabul, 29 set. – E’ cominciata l’offensiva per riconquistare Kunduz, strategica citta’ nel nord del Paese e primo capoluogo di provincia caduto in mano ai talebani dalla fine del regime degli studenti coranici, avvenuta 14 anni fa. Il governo ha fatto sapere che l’operazione e’ cominciata stamane e un portavoce del ministero dell’Interno, Najib Danish, ha assicurato che “alcune zone della citta’ sono gia’ state recuperate”. Kabul ha chiesto aiuto alla Nato, che -si legge in una nota- ha condotto un raid aereo…per eliminare una minaccia alle forze afghane e della coalizione”. La caduta di Kunduz e’ coincisa con il primo anniversario del governo di unita’ nazionale voluto dal presidente Ashraf Ghani e consente al mullah Akhtar Mansour, successore di Omar, di unificare attorno alla propria figura le diverse componenti del movimento talebano, anche quelle che lo avevano contestato nelle funzioni di capo. Ieri Mansour si era congratulato con i miliziani per la “vittoria” militare. La provincia di Kunduz, che confina con il Tagikistan, e’ cruciale nella via di transito versi il nord dell’Afghanistan e, se mantenuta, potrebbe offrire ai talebani una base importante per operazioni che vadano al di la’ delle prorie roccaforti nel sud. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.