TwitterFacebookGoogle+

Afghanistan: operazione anti-talebani al confine con Pakistan

(AGI) – Asadabad (Afghanistan), 22 dic. – L’esercito afghano ha lanciato un’operazione congiunta nella provincia orientale di Kunar, considerata una base nelle retrovie dei talebani pakistani del Tehreek-e-Taliban Pakistan (Ttp), responsabili del brutale attacco contro una scuola militare a Peshawar che e’ costata la vita a 149 persone. In zona, dove si ritiene che si nasconda il leader dei Ttp Mullah Fazlullah, si e’ recato anche il ministro ad interim dell’Interno afghano, Mohammad Ayoub Salangi. Nel corso dell’operazione nel distretto di Dangam, postazioni dei ribelli islamisti sono state bombardate da elicotteri da combattimento, “21 miliziani sono stati uccisi e 33 feriti”. Combattimenti erano iniziati gia’ una diecina di giorni fa, ha riferito il governatore della provincia, Shuja ul-Mulk Jalala, quando in “1.500-2mila”, tra talebani pakistani e Lashkar-e-Taiba, hanno “lanciato attacchi contro villaggi isolati” del distretto. Da li’, la controffensiva delle forze armate pakistane che stanno tentando di riprendere il controllo. “Piu’ di 30 poliziotti e soldati afghani, insieme a decine di miliziani, sono stati uccisi durante questi giorni” e “i combattimenti continuano”, ha aggiunto il comandante dell’esercito afghano nella regione orientale, Mohammad Zaman Waziri. Nel fine settimana, 7 civili, tra cui due bimbe, sono morte quando il pulmann sul quale viaggiavano e’ saltato in aria su un ordigno improvvisato piazzato sulla strada. All’indomani dell’attacco a Peshawar, che Islamabad ha definito l’11 settembre pakistano, il capo di Stato maggiore dell’esercito pakistano Raheel Sharif e il presidente afghano Ashraf Ghani, avevano concordato di “combattere insieme il terrorismo”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.