TwitterFacebookGoogle+

Agol: Di Giovanni, urgente rivedere modello business nel mondo dei media – FOTO

(AGI) – Roma, 23 set. – Nel mondo dei media “e’ entrato in crisi il modello di business, e gli editori italiani non se ne sono accorti”. Lo ha detto l’ad di Agi, Gianni Di Giovanni, partecipando al dibattito organizzato da Agol “Informazione e influenza – Come i media fanno agenda setting”, presso il Centro studi americani di via Caetani a Roma. Un incontro su una tematica molto attuale, considerando che negli ultimi cinque anni i media classici (quotidiani, tv, radio) hanno perso quasi due miliardi di euro per effetto della digitalizzazione.

Guarda la galleria fotografica

“Oggi chi fa i soldi con l’informazione non sono i media tradizionali – ha osservato Di Giovanni – ma i concentratori di traffico telefonico come Google e Youtube. O i media capiscono che devono rivedere il modello di business, oppure gli editori dovranno trovare una discontinuita’ tecnologica che gli consenta di recuperare il terreno”. Secondo Di Giovanni, “nell’era dei social network la parola chiave e’ disintermediazione”: sempre meno serve il ruolo del giornalista mediatore in una societa’ in cui, come ha ricordato Di Giovanni, il presidente degli stati Uniti, Barack Obama, ha mandato su Twitter un messaggio di scuse al giovane ragazzo americano di colore che era stato maltrattato. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.