TwitterFacebookGoogle+

Al via l'Apple Academy di Napoli

Roma – E’ il giorno del taglio del nastro a Napoli per la iOs developer Academy, frutto dell’intesa fra Apple e l’Ateneo partenopeo “Federico II”. Presente all’inaugurazione dell’ateneo di San Giovanni a Teduccio, alle porte del capoluogo partenopeo, il ministro per l’Istruzione e la Ricerca, Stefania Giannini che incontrera’ Lisa Jackson, vicepresidente di Apple. A fare gli onori di casa, il rettore dell’Universita’ Gaetano Manfredi, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca e il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris.

All’inaugurazione dei primi nove mesi di corso, ci saranno i 200 studenti selezionati nelle scorse settimane. Saranno i primi giovani europei ad avere accesso ai piu’ recenti prodotti hardware e software di Apple (Il corso si articola in due parti: la prima dedicata alle competenze per lo sviluppo di software su Ios, la seconda alla creazione di start up e alla programmazione di app).

“Parte l’Academy di Apple, come promesso con Tim Cook. Napoli ha tanto futuro davanti. Se riparte il Sud, riparte l’Italia”, ha twittato il premier Matteo Renzi. Il modello dell’ateneo e’ quello dei centri ricerca Apple: classi di grandi dimensioni a pianta aperta.

 

Parte l’Academy di Apple, come promesso con Tim Cook. Napoli ha tanto futuro davanti. Se riparte il sud, riparte l’Italia

— Matteo Renzi (@matteorenzi) 6 ottobre 2016

 

“E’ una cosa nuova per noi”, ha dichiarato al Guardian Leopoldo Angrisani, professore universitario che ha contribuito alla realizzazione del centro. “Piccoli gruppi di studenti siederanno a tavoli rotondi dotati di sistemi acustici speciali in modo che il docente potra’  comunicare con ogni desk individualmente. Tutti i corsi saranno tenuti in inglese, visto che sono pensati per essere aperti a ragazzi di tutto il mondo”. La competitivita’ poi, conclude Angrisani, “sara’ una parte fondamentale del corso”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.