TwitterFacebookGoogle+

Al via missione degli imprenditori italiani a Theran

Roma – In occasione della visita del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che si tiene oggi e domani a Teheran, il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Ivan Scalfarotto, guiderà una delegazione di imprenditori italiani che partecipano alla missione assieme a Ice- Agenzia, Confindustria e Abi. La missione imprenditoriale, spiega in una nota il Mise, rappresenta il concreto follow-up delle due visite realizzate in Iran a novembre scorso (con 350 partecipanti) e a febbraio, in occasione delle quali sono stati siglati importanti accordi. Oltre all’aspetto politico, la missione avra’ dunque una forte connotazione commerciale, con la presenza del sottosegretario Scalfarotto e della delegazione settoriale di imprese provenienti dai comparti delle infrastrutture e dei trasporti, dell’industria, idrocarburi e energia. Uno studio commissionato dal ministero dello Sviluppo Economico valuta un potenziale incremento della quota italiana di export in Iran al 2020 ai livelli del 2011, quando il regime sanzionatorio ne causo’ una drastica diminuzione.

A latere del programma istituzionale – che vedrà il Presidente Renzi incontrare le massime autorità del Paese – si svolgerà una serie di incontri commerciali ad hoc per capire come sfruttare il potenziale di crescita delle relazioni economiche bilaterali: oggi, martedi’, con seminari di approfondimento su questioni economiche, finanziarie e legali legate al “Doing business in Iran”; domani, il Business Forum Italia-Iran fara’ il punto sulle relazioni politico-economiche tra Iran e Italia. ù

Sarà in particolare Scalfarotto a condurre in questa sede due distinte sessioni di approfondimento durante le quali i rappresentanti dei ministeri, delle istituzioni e delle realta’ imprenditoriali iraniane presenteranno i principali progetti bilaterali in programma sul territorio iraniano: il primo su industria, idrocarburi ed energia mentre il secondo su infrastrutture, sanita’ e agricoltura. Questi sono infatti i settori nei quali si sono gia’ aperte le maggiori opportunità per le aziende italiane in Iran e per cui sono stati firmati nei mesi scorsi diversi Memorandum of Understanding. All’iniziativa saranno presenti in tutto 58 imprese italiane, cui si aggiungeranno quattro fra le principali banche del Paese e tre associazioni di categoria rappresentative dei settori coinvolti. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.