TwitterFacebookGoogle+

Al via sgombero campo nomadi a Roma, Salvini “legalità prima di tutto”

Al via a Roma lo sgombero del Camping River, il campo nomadi in via della Tenuta Piccirilli, in zona Tiberina a Roma, nel quale vivono circa 150 persone. Fonti parlano di operazione di “assistenza sociale” e riferiscono che finora “20 persone hanno accettato l’offerta di accoglienza presso le strutture del sistema allestito dai servizi sociali”. L’ordinanza di chiusura firmata la scorsa settimana dalla sindaca Raggi parla di motivi sanitari alla base della chiusura del villaggio. Ieri, durante un vertice tra la sindaca Virginia Raggi e il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini, il titolare del Viminale ha garantito il supporto del governo all’operazione. Per il momento lo sgombero sta procedendo senza l’uso della forza pubblica o particolari momenti di tensione. Diversi i residenti che hanno protestato chiedendo “ora dove ce ne andiamo”, ma in generale la popolazione del villaggio sta lasciando la struttura in modo ordinato. Sul posto sono presenti agenti della Polizia Locale e delle forze dell’ordine, oltre agli operatori sociali del Campidoglio che stanno offrendo soluzioni alloggiative alternative, che non prevederebbero la scomposizione dei nuclei familiari. “È in corso lo sgombero del campo Rom Camping River di Roma. Legalità, ordine e rispetto prima di tutto!”. Scrive il vice premier e ministro dell’Interno Matteo Salvini sul suo profilo Twitter.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.