TwitterFacebookGoogle+

Alessandro De Angelis autore del volume : il Cristo romano

Da un’esperienza premorte a una teoria rivoluzionaria chi è Alessandro De Angelis.
21/04/2016,  Interviste –

L’autore appena diciassettenne ha sperimentato un’esperienza ai confini con la morte e da quel momento è iniziata la sua ricerca. Originario di Tivoli, ha avuto un arresto cardiaco durante un’apnea a causa di un aneurisma che lo ha condotto a vivere una situazione di NDE (sigla dell’espressione inglese Near Death Experiencemi )  da quel momento ha iniziato a studiare astrofisica e cosmologia, collaborare con fisici, prestando sempre maggior attenzione alla fisica dei quanti che teorizza  un universo olografico-digitale dove lo spazio tempo nasce dai bit d’informazione e dove noi tutti siamo all’interno di una Matrix virtuale.
Laureato in lettere e filosofia indirizzo demo-etno-antropologico,  ha cercato il motivo per cui  sono nate  le religioni, in particolare le  tre monoteistiche, basate sull’idea di un Dio-creatore arrivando alla conclusione che la nascita dei primi culti, ed in seguito delle religioni, la si deve alle catastrofi naturali che periodicamente sconvolgono il nostro pianeta. Autore di un volume che sicuramente susciterà reazioni del mondo accademico e non ,  racconterà le sue scoperte dalle pagine del nostro quotidiano.

Dottor De Angelis , innanzitutto grazie per la sua collaborazione con Notizie Nazionali. Adesso sta per uscire il suo ultimo libro “Cristo il Romano” e già il titolo è indicativo  

Si significa che Gesù era di sangue romano ed era imparentato con tutti i più grandi imperatori di Roma, nipote di Cesare Augusto e cugino carnale di Nerone, oltre che parente di Giulio Cesare, Tiberio, Caligola e Claudio. Ma era anche il nipote della regina Cleopatra d’Egitto e discendente da re Davide da parte del nonno Simone Boeto. Insomma, non fu un caso che gli venne attribuito l’epiteto di re dei re. D’altronde l’impero romano non avrebbe mai accettato come religione  di stato il cristianesimo, costruito su un ebreo marginale, visti i continui conflitti che ebbe con il popolo ebraico; ben 5 guerre che sfociarono in continui bagni di sangue e milioni di morti.

Da dove è partita questa ricerca che ha portato a queste sconvolgenti conclusioni? Sono teorie, ipotesi o scoperte suffragate da prove?

Non parliamo di teorie o ipotesi, ma di prove storico documentali, con criteri di ricerca accademici. Tutto è iniziato quando trovai sul libro Guerra Giudaica dello storiografo Giuseppe Flavio, coevo di Gesù, la storia della terza moglie del re Erode il Grande, Maria, figlia di Simone Boeto e di Cleopatra, che congiurò contro il marito Erode nel 5 a.C., in perfetta sovrapposizione temporale con la fuga in Egitto della sacra famiglia, cercata dal re Erode. Questo fatto mi incuriosì e iniziai a verificare chi era Maria Boeto, scoprendo così che aveva tre cugine, Anna, Elisabetta e Giovanna che ritrovai nei vangeli. Anna infatti si prese cura di Maria insieme a Gioacchino dopo la morte di Cleopatra; Elisabetta è la madre di Giovanni Battista che Maria e Giovanna una discepola di Gesù. Non solo ma hanno lo stesso grado di parentela nei vangeli e nella famiglia Boeto. Non solo, Maria Boeto risulta essere, oltre che figlia di Simone, sorella di Marta e Lazzaro e troviamo nella sua famiglia anche Gesù che diventerà sommo sacerdote dal 63 al 65 d.C. Tutti i cinque personaggi qui menzionati li ritroviamo nei vangeli quando Gesù va a casa di Simone, dove trova Maria che gli unge i piedi di olio e dove vi era anche Marta e Lazzaro, zii di Gesù nei vangeli e nella famiglia Boeto.

Che scopo ha questa ricerca? Quali vantaggi o svantaggi le ha portato?

La mia ricerca ha come unico scopo il riemergere della verità sulla figura di Gesù, e ho avuto confronti con sacerdoti e docenti universitari che non hanno replicato o cercato di confutare le mie scoperte, proprio perché storico-documentali.

Lei è credente?

Se sono credente? Chi ha avuto un’esperienza premorte sa bene che la nostra stringa energetica, o anima, come la chiama il credente, non è mai stata creata ed è sempre esistita. Noi proveniamo e torneremo, dopo quest’esperienza virtuale che chiamiamo vita, alla fonte di luce e vibrazione che i credenti chiamano Dio e di cui siamo parte integrante: uno e tutt’uno.

Valentina Roselli
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.