TwitterFacebookGoogle+

Alfano: «annullare le registrazioni dei matrimoni gay all’estero»

Alfano: «annullare le registrazioni dei matrimoni gay all’estero»07/10/2014 – di

Il ministro dell’Interno spiega che in Italia non è possibile un matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Il Ministro dell’Interno Angelino Alfano ha fatto recapitare ai prefetti una circolare chiedendo loro di rivolgere «un invito formale al ritiro e alla cancellazione» delle trascrizioni di nozze gay celebrate all’estero, avvertendo come «in caso di inerzia si procederà al successivo annullamento d’ufficio degli atti che sono stati illegittimamente adottati».

Alfano: «annullare le registrazioni dei matrimoni gay all’estero»

Roberto Monaldo / LaPresse

 

LA SPIEGAZIONE DI ALFANO – L’annuncio, come ricorda il Corriere della Sera, arriva dopo la richiesta fatta dal Consiglio Comunale di Milano al sindaco Giuliano Pisapia di trascrivere i matrimoni tra coppie omosessuali contratti all’estero. Alfano, intervistato da Non Stop News su Rtl 102.5, ha giustificato la decisione così: «In Italia non è possibile che ci si sposi tra persone dello stesso sesso, quindi se ci si sposa tra persone dello stesso sesso, quei matrimoni non possono essere trascritti nei registri dello stato civile italiano, per il semplice motivo che non è consentito dalla legge».

 

LEGGI ANCHE: Stati Uniti: il matrimonio gay diventa legale in altri cinque stati

 

LE REAZIONI – Non sono ovviamente mancate le reazioni. Fabrizio Marrazzo, portavoce di Gay Center, ha invitato Alfano a candidarsi «a leader delle sentinelle in piedi. Il suo annuncio è l’esempio di un ministro dell’Interno che vuole derubricare i diritti civili a questione di ordine pubblico». Secondo le senatrici del Pd Monica Cirinnà e Valeria Fedeli, quest’ultima vicepresidente del Senato, «entrare a gamba tesa sulle decisioni dei singoli sindaci o, peggio ancora, mobilitare tutti i prefetti italiani per fare i cani da guardia dei primi cittadini non può essere l’attività promossa da un ministro della Repubblica».

«COME UN MINISTRO DELLA POLIZIA AUSTROUNGARICA» – Secondo il leader di Sel Nichi Vendola, Alfano si è comportato «come un ministro della polizia austroungarica dell’epoca risorgimentale». Mentre il senatore Pd Sergio Lo Giudice parla di «ostruzionismo di Ncd in Parlamento, nonostante la Corte costituzionale abbia sollecitato più volte le camere a legiferare sulle coppie dello stesso sesso». (Photocredit copertina Roberto Monaldo / LaPresse)

Original Article >> http://www.giornalettismo.com/archives/1625837/alfano-matrimoni-gay/

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.