TwitterFacebookGoogle+

Alimentare:Consorzio Prosciutto San Daniele, in crescita nel 2015

(AGI) – Roma, 31 mar. – Confermati i dati 2015 relativi alle vendite che sono cresciute di un punto percentuale rispetto all’anno precedente. La produzione del crudo San Daniele DOP ha fatto registrare una crescita del +8% sul 2014, con 2.694.016 cosce di suino fresche mandate in lavorazione, coerentemente con quanto previsto dal Piano produttivo per l’anno 2015.
Lo rende noto il Consorzio del Prosciutto di San Daniele sul bilancio 2015, e in occasione dell’inaugurazione ufficiale della sua nuova sede, un edificio storico a tutela monumentale di 650 mq recuperato dalle antiche carceri napoleoniche della cittadina, grazie a un importante intervento di riqualificazione voluto dalla Fondazione San Daniele.
Nonostante la continua flessione degli acquisti domestici di salumi, il Prosciutto San Daniele DOP – e’ stato spiegato – ha fatto registrare nello scorso anno un trend molto positivo, con un +3,1% sulla spesa delle famiglie italiane rispetto al 2014 (elaborazione ISMEA sui dati Nielsen – dicembre 2015).
Positivi e a doppia cifra i risultati relativi al Prosciutto di San Daniele DOP affettato in vaschetta, con un incremento del +12,9% rispetto al 2014, ovvero 18.783.617 confezioni certificate, corrispondenti a 326.353 prosciutti affettati. Risultati che attestano la crescita avvenuta negli ultimi anni e il successo del pre-affettato – prodotto esclusivamente e obbligatoriamente all’interno del distretto produttivo, come previsto dal Disciplinare della DOP – che si conferma un formato pratico, che incontra sempre di piu’ il favore dei consumatori.
Stabili i dati export che mantengono un andamento positivo (+1%), incidendo per circa il 14% sui volumi di prodotto venduti. La quota export nei paesi della UE vale il 56,8% delle esportazioni, con Francia (24,5%), Germania (15,4%), Belgio Svizzera, Austria e Regno Unito principali mercati di riferimento in Europa. Stati Uniti (18,4%), Australia (8,3%) e Giappone quelli relativi ai paesi extra comunitari.
Significativa l’attivita’ di vigilanza e controllo svolta dal Consorzio presso i punti vendita della grande distribuzione organizzata (ipermercati, supermercati, superette, discount), del dettaglio tradizionale, della ristorazione e presso alcuni esercizi di vendita all’ingrosso di salumi. La scelta delle attivita’ commerciali da ispezionare, e’ ricaduta equamente tra le diverse aree geografiche.Anche nel 2015 il Consorzio del Prosciutto di San Daniele ha aderito al servizio di monitoraggio e di tutela di prodotti a DOP e IGP coordinato da AICIG (Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche): gli accertamenti hanno interessato Francia, Germania, Regno Unito e Danimarca per un totale di 320 esercizi.(AGI)

Bru

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.