TwitterFacebookGoogle+

Alitalia: cda, grande preoccupazione per Fiumicino, urge soluzione

(AGI) – Roma, 25 giu. – Il consiglio di amministrazione di Alitalia e’ fortemente preoccupato per l’impatto economico e operativo dell’incendio che ha devastato il modo D dello scalo romano di Fiumicino nello scorso 7 maggio: nonostante il dissequestro c’e’ una situazione di “grande incertezza sui modi e sui tempi del ripristino”. E’ quanto si apprende al termine della riunione del board dell’aviolinea che auspica una “soluzione urgente” della situazione nell’aeroporto della capitale. Come gia’ annunciato nei giorni scorsi dall’amministratore delegato, Silvano Cassano, fra i principali temi in discussione nella riunione del consiglio, c’e’ stata proprio la situazione dell’aeroporto di Fiumicino dove “dopo il sequestro disposto dalla magistratura – riferiscono le stesse fonti – il modo D non e’ ancora tornato all’operativita’, generando una situazione di grande incertezza sui modi e sui tempi del ripristino in un momento in cui e’ invece necessario far fronte al picco di passeggeri del periodo estivo, con i giorni caldi delle partenze ormai alle porte”. Il consiglio “ha manifestato grande preoccupazione per la rilevante dimensione dell’impatto economico ed operativo, sottolineando quanto l’Alitalia e la stessa capitale d’Italia abbiano bisogno di un’infrastrutture aeroportuale in grado di sostenerne il rilancio. E’ stata percio’ auspicata la soluzione urgente di una situazione che – e’ stato commentato – rappresenta non solo una difficolta’ per le compagnie aeree, ma un problema di immagine per il Paese che ha in quello di Roma Fiumicino il suo principale aeroporto di accesso”. Nel corso della riunione, il consiglio di amministrazione ha poi manifestato “grande soddisfazione per l’operazione di lancio della nuova livrea degli aerei e dei nuovi servizi di bordo presentati a inizio giugno insieme alla campagna di comunicazione”. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.