TwitterFacebookGoogle+

Allarme obesità, l'altra faccia della malnutrizione

Londra – La malnutrizione si sta diffondendo nel mondo, sia a causa dell’aumento dell’obesità che della fame. Il 2016 Global Nutrition Report, che ha coinvolto 129 nazioni, ha rilevato che il 44 per cento dei paesi sta ora sperimentando “livelli molto gravi” di entrambi, sottonutrizione e obesità. Questo significa che una persona su tre soffre di una qualche forma di malnutrizione. Secondo gli autori del report, essere malnutriti e’ oggi “la nuova normalità”. Generalmente la malnutrizione viene associata ai bambini che muoiono di fame, che hanno ritardi nella crescita e che sono a rischio infezione. Si tratta ancora oggi di un grosso problema, ma sono stati fatti dei progressi. Gli autori del rapporto, invece, hanno evidenziato una diversa “sfida globale sconcertante” causata dall’aumento dei tassi di obesità. Questo aumento riguarda ogni regione del mondo in quasi tutti i paesi. Centinaia di milioni di persone soffrono di malnutrizione perché sono in sovrappeso. Per Corinna Hawkes, co-autrice dello studio, si sta “ridefinendo quello che il mondo pensa sull’essere malnutriti”. “La malnutrizione significa letteralmente cattiva alimentazione, cioe’ qualcuno che non e’ adeguatamente nutrito”, ha aggiunto. Mentre molti paesi sono sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi per ridurre la sottonutrizione e il numero di bambini sottopeso, si stanno facendo molti pochi progressi nella lotta contro l’obesita’ e le malattie associate, come le patologie cardiache. In realtà, secondo rapporto, il numero di bambini sotto i cinque anni che e’ in sovrappeso si sta avvicinando velocemente al numero di coloro che sono sottopeso. La relazione chiede quindi piu’ risorse e impegno politico per affrontare il problema. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.