TwitterFacebookGoogle+

Allarme Onu in Libia, urgono aiuti per 2,4 milioni persone

Tripoli – A sei anni dalla caduta del regime di Muammar Ghedddafi il caos continua a regnare sovrano in Libia dove “oltre 2,4 milioni di persone hanno bisogno di assistenza umanitaria” in una crisi che si aggrava sempre piu’. A lanciare l’allarme e’ l’inviato Onu per la Libia, Martin Kobler lamentando come “manchino medicine, vaccini ed i servizi ospedalieri siano pessimi. Oltre 300.000 bambini non vanno a scuola e quasi 350.000 libici sono sfollati nel Paese” Kobler ha poi segnalato l’altra emergenza, che riguarda indirettamente l’Italia: gli oltre 270.000 migranti che vivono abbandonati a se stessi in Libia e potenziali vittime dei trafficanti di esseri umani che con ogni mezzo li spingono verso il nostro Paese. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.