TwitterFacebookGoogle+

All'asta la pistola con cui Verlaine sparò a Rimbaud

Parigi – All’asta la pistola più famosa della letteratura francese, quella con cui il poeta Paul Verlaine tentò di uccidere il suo ‘collega’ e amante, Arhur Rimbaud. Il revolver sarà messo all’incanto a Parigi da Christie’s il 30 novembre, con una stima di 60mila euro.

BRUXELLES, 10 LUGLIO 1873
Verlaine comprò a Bruxelles il revolver a sei colpi calibro 7 la mattina del 10 luglio 1873, dopo avere deciso di porre fine alla storia di due anni col giovanissimo amico, per cui aveva abbandonato la moglie (e un figlio) da cui voleva tornare, intenzionato al suicidio se lei avesse rifiutato. Il drammatico epilogo avvenne in una camera d’albergo di Bruxelles alle due di pomeriggio. Verlaine, ubriaco, esplose due colpi acontro Rimbaud ,che lo aveva raggiunto in hotell. Un proiettile lo colpì a un polso, mentre l’altro centrò il muro e rimbalzò nel camino. Verlaine fu arrestato e condannato a due anni di prigione per il reato di sodomia. In carcere si convertì al cattolicesimo e scrisse 32 poemi d’ispirazione mistica. Rimbaud intanto terminava “Una stagione all’inferno”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.