TwitterFacebookGoogle+

Almeno 10 alleati Nato ad Ankara, dialoghi con curdi

(AGI) – Bruxelles, 28 lug. – Almeno una decina di paesi della Nato ha oggi chiesto alla Turchia di mantenere aperto il dialogo con i curdi dopo gli attacchi dei giorni scorsi contro il PKK. Durante la riunione degli ambasciatori che si e’ tenuta questa mattina al quartier generale dell’Alleanza atlantica come richiesto da Ankara dopo gli ultimi giorni di attacchi e tensioni al confine fra Turchia e Siria, l’Italia e altri paesi, fra cui Francia e Germania, hanno sottolineato l’importanza del dialogo con i curdi, in linea con quanto sostenuto nei giorni scorsi anche dall’alto rappresentante per la politica estera Ue Federica Mogherini. E’ quanto riferisce una fonte diplomatica. “Gli stessi Stati Uniti – secondo la fonte – pur considerando il Pkk un’organizzazione terroristica, invitano la Turchia a non abbandonare il dialogo con le altre formazioni curde”, che hanno un ruolo importante nella lotta contro il Daech nella regione. La riunione di questa mattina ha confermato “la compattezza dell’alleanza” nel sostegno alle iniziative turche di lotta al terrorismo, ed e’ stata positiva in quanto “la Turchia ha dimostrato una volonta’ di trasparenza nell’illustrare e argomentare la propria posizione e l’accordo bilaterale con gli Stati Uniti per la creazione di una zona cuscinetto ai confini con la Siria”. Secondo la fonte, la riunione di oggi ha evidenziato l’importanza per la Nato di “non scoprire” il fianco meridionale dell’Alleanza, come nei mesi scorsi e’ sembrato stesse accadendo durante la crisi ucraina: “si tratta di soggetti interconnessi”, ha aggiunto, e questo verra’ considerato nel quadro della preparazione del vertice Nato, l’anno prossimo a Varsavia. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.