TwitterFacebookGoogle+

Amnesty, 18mila morti nelle carceri siriane

Beirut – Le autorita’ siriane commettono “abusi su larga scala” nelle carceri del paese. Lo denuncia Amnesty International secondo cui nelle prigioni governative vengono commesse torture e maltrattamenti, i detenuti sono sottoposti a elettrochoc e abusi fisici e psicologici di vario tipo che possono configurarsi come crimini contro l’umanita’. Secondo Amnesty piu’ di 17.700 persone sono morte in carcere Siria da quando e’ iniziato il conflitto nel marzo del 2011, una media di circa 300 morti ogni mese.

Raid russi da Iran

(AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.