TwitterFacebookGoogle+

Anche il Duomo di Milano può servire a combattere il cancro

Il duomo di Milano diventa testimonial, rosa, della lotta contro il cancro. Mercoledì notte la chiesa simbolo della città meneghina è stata illuminata nell’ambito della “Breast Cancer Campaign”, lanciata nel 1992 da Evelyn H. Lauder che in quell’occasione per la prima volta assunse il nastro rosa come simbolo nella lotta contro il cancro. Sono passati 25 anni e i risultati di quella campagna sono stati enormi: solo in Italia ormai la sopravvivenza al male ha raggiunto l’87%, sopra la media europea di due punti percentuali e superando la media di Paesi anche più ricchi come la Germania.

Illuminare i monumenti del mondo

Edoardo Bernardi, amministratore delegato e direttore generale di Estee Lauder Italia (che per il terzo anno consecutivo ha scelto come partner l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) spiega il perché della scelta del Duomo: “Vogliamo illuminare i monumenti più importanti del mondo per far sostenere e promuovere la campagna contro il tumore al seno nata dall’energia e dalla forza carismatica di Evelyn Lauder 25 anni fa”.

La lotta contro il tumore al seno

La lotta al cancro al seno non si ferma e vuole raggiunge l’obiettivo del 100% di guarigioni: il perché “possiamo farcela” e perché “sono cruciali i prossimi cinque anni di ricerca come lo sono stati gli ultimi 7” lo spiega il direttore generale dell’Airc (Associazione Italiana ricerca sul cancro) Niccolò Contucci.

“Ci sono oltre 360 mila nuove diagnosi all’anno in Italia ma 30 anni fa si contavano i morti. Oggi si contano i vivi. Grazie a noi la ricerca è stata finanziata per quasi un miliardo e 350 milioni di euro”, spiega, affermando che grazie agli studi la percentuale di guariti aumenta di un punto percentuale all’anno.

Mille monumenti illuminati in 25 anni

I risultati: solo nel 2017 l’Airc ha raccolto oltre 10 milioni di euro e finanziato 66 progetti e 20 borse di studio in questo ambito, indirizzandole soprattutto a giovani ricercatori e giovani medici.

In 25 anni di Bc Campaing il gruppo Estee Lauder ha distribuito 150 milioni di nastri rosa e raccolto oltre 70 milioni di dollari per la ricerca illuminando oltre mille monumenti nel mondo. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.