TwitterFacebookGoogle+

Anche in Giappone è partito per errore (via sms) un allarme nucleare 

Come nella celebre favola di Esopo, a furia di gridare “Al lupo! Al lupo!” agli Sms antimissilistici non ci crederà più nessuno. Il sedici gennaio la società del servizio pubblico radiotelevisivo giapponese Nhk ha diramato per errore un allarme missilistico sugli smartphone dei cittadini. L’episodio si è verificato a due giorni dal falso allarme delle Hawaii, che ha fatto cadere nel panico i cittadini delle isole del Pacifico e sollevato aspre polemiche sul clima di terrore causato delle tensioni con la Corea del Nord.

Japan’s national public broadcaster sent out a false alert about Japan being the target of a launched missilehttps://t.co/7fmZAH3yUJ pic.twitter.com/aZfRL2gR2l

— Barstool Sports (@barstoolsports) January 17, 2018

Il messaggio, ricevuto dai telefoni nei quali è installata la app della Nhk, riportava l’avviso: “La Corea del Nord potrebbe avere lanciato un missile. Il governo invita a trovare rifugio negli edifici o sottoterra”, secondo quanto riportato dalla Cnn, che ha anche reperito i messaggi di affetto inviati dalla popolazione nella convinzione che un ordigno si stesse veramente dirigendo verso le isole. Un secondo messaggio con il quale la compagnia si scusava per l’errore è seguito in pochi minuti, a differenza dell’allarme diramato nelle Hawaii, che è stato smentito dopo trentotto minuti causando grande angoscia nella popolazione.

Leggi anche Cosa è successo alle Hawaii per un avviso di attacco nucleare partito per errore

Intanto anche le autorità hawaiane si sono scusate per l’allarme che sabato ha letteralmente paralizzato gli abitanti delle isole del Pacifico, chiarendo che l’errore è dovuto alla distrazione di un operatore che ha “Premuto il bottone sbagliato”. Il presidente della Commissione federale delle comunicazioni Ajit Pai aveva definito l’errore “Inaccettabile”, ammettendo che “In base alle informazioni raccolte, sembra che il governo delle Hawaii non avesse predisposto protocolli tali da evitare errori”. Un’altra criticità del sistema di avvisi hawaiano, resa evidente dal falso allarme, è che molti cittadini si sono lamentati di non aver ricevuto alcuna comunicazione sul proprio smartphone.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.