TwitterFacebookGoogle+

ANCHE LA DIETA MEDITERRANEA E’ UN PATRIMONIO CHJE DILAPIDIAMO

  Siamo decisamente un Paese sprecone. E non solo per colpa della politica che costa troppo e spende male. Ma anche perché dilapidiamo i nostri patrimoni, materiali e immateriali. E buttiamo a mare potenziali ricchezze. Come nel caso di quella vetrina planetaria dell’Italian Food che è la dieta mediterranea. La Fao, Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, la considera un modello di alimentazione sostenibile. L’Unesco l’ha addirittura proclamata bene intangibile dell’umanità. E noi non riusciamo neanche a farlo sapere agli Italiani. Nemmeno ai più alfabetizzati. Lo dimostra, dati alla mano, una ricerca su convinzioni e preferenze alimentari degli studenti universitari condotta dal MedEatResearch (Centro di ricerche sociali sulla dieta mediterranea) dell’Università napoletana Suor Orsola Benincasa, con la collaborazione degli atenei di Milano-Bicocca, Perugia e Palermo. Dai primi risultati dell’indagine, che sta per allargarsi ad altre realtà universitarie nazionali, risulta che la futura classe dirigente è poco e malissimo informata sull’argomento. Compresi gli iscritti a Medicina, che in fatto di cibo e salute dovrebbero essere i più avvertiti. E soprattutto, solo una minoranza coglie la ricaduta positiva del mangiare mediterraneo sul nostro benessere, sia fisico che economico. Così, nonostante gli sforzi encomiabili del ministero delle Politiche agricole, che ha condotto la battaglia per il prestigioso riconoscimento Unesco, si ha sempre l’impressione che l’Italia corra una staffetta perdente. Perché il primo a partire fa un tempo record, ma gli altri si lasciano sfuggire di mano il testimone.   Marino Niola (il Venerdì di Repubblica del  27.12.2013)  

Original Article >> http://donfrancobarbero.blogspot.com/2014/01/anche-la-dieta-mediterranea-e-un.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.