TwitterFacebookGoogle+

App per allerta e mappe post-sisma, le nuove armi del Cnr

Roma – Il Consiglio Nazionale delle Ricerche ha puntato sulla semplificazione del linguaggio e sull’immediatezza della comunicazione nei suoi nuovi strumenti per fronteggiare le emergenze-terremoti, mettendo in rete informazioni provenienti dai satelliti che possono aiutare chi opera sul terreno: 

“Purtroppo all’accadere di un evento catastrofico tutti gli elementi presenti sul territorio (strade, edifici, infrastrutture, reti di servizi, etc.) cambiano, si alterano e le operazioni di soccorso alla popolazione si scontrano innanzitutto con il problema di conoscere cosa sta accadendo”, spiega  Dimitri Dello Buono, il ricercatore che assiste il Cnr in questo settore. “Noi abbiamo realizzato – spiega – complessi sistemi di scambio dati e facciamo in modo che le immagini da satellite, quelle da aereo, le deformazioni del suolo e la posizione dei mezzi siano tutti immediatamente visibili e gestibili dalle sale operative in modo da essere coordinabili e migliorare l’efficienza e la velocita’ di decisione”.  “Individuare i punti di accesso alle aree colpite per prestare i primi soccorsi o dove sono disponibili i mezzi e le persone. Tutte queste sono informazioni che possono venire fuori dai complessi Piani di Protezione Civile che tutti, in qualche modo, possiamo leggere”.
“Il mio laboratorio – continua Dello Buono – lavora, da tempo, accanto al Dipartimento della Protezione Civile Nazionale per realizzare prototipi che poi diventano strumenti che possono supportare anche queste fasi di emergenza e favorire le operazioni di soccorso alla popolazione”. 

Questi i tre servizi principali offerti ai cittadini:

MapLite – “E’ un’immagine ma se la tocchiamo lei reagisce. E’ una mappa, e’ sensibile e possiamo spostarci. Con un click possiamo vedere cosa contengono gli oggetti disegnati in essa ed e’ uno strumento web che permette la rapida e semplice consultazione. Scriviamo l’indirizzo che ci interessa e si posiziona. Intorno vediamo comparire le informazioni che quella area esprime. Il bar, il ristorante o la scuola ed in questi giorni sapere dove sia una farmacia, un medico o qualsiasi altra cosa non e’ cosa facile e banale.
MapLite e’ stato subito messo a disposizione per la gestione delle informazioni cartografiche relative alla zona colpita dal sisma. Attraverso lo strumento MapLite, i tecnici hanno potuto rapidamente realizzare mappe interattive che integrano dati dalla rete sismologica nazionale dell’ INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia),foto aeree, pre e post sisma, rilievi fotografici geolocalizzati mediante smartphone, e altro ancora.

GeoSDI Collect – Qui siamo nel mondo delle App e degli smartphone. Per noi e’ il modo di avere occhi che osservano e che ci segnalano le cose che accadono in giro. In questi giorni migliaia di smartphone si muovono nelle zone terremotate, nelle tasche di chi opera in emergenza e spesso non sono utilizzati perche’ la connessione non funziona. La nostra App e’ pero’ in grado di rendere utile lo SmartPhone anche senza rete internet a supporto dell’emergenza per l’aggiornamento delle mappe di cui abbiamo parlato prima. Ogni smartphone Android, presente nelle aree colpite dal terremoto, puo’ registrare la posizione e scattare delle foto e quindi trasformarsi in qualcosa in grado di vedere per noi. In questo modo, crolli, danneggiamenti, situazioni di difficolta’, potranno essere segnalati e conosciuti da tutti.

E.W.A.R.E – un cruscotto di monitoraggio per l’early warning. EWARE funziona da solo. Un suono ci avverte che qualcosa e’ accaduto. E’ la segnalazione di un sisma e la mappa si muove da sola. In questi giorni Norcia o Amatrice sono spessissimo comparsi su AWARE da soli. Un puntino appare con tre cerchi attorno colorati. E’ Norcia e nel riquadro tre numeri ci dicono quante persone abitano a 5, a 15 ed a 25 km dal sisma. Le news parlano di terremoto e il meteo di Norcia con le previsioni dei prossimi 5 giorni ci dice cosa accadra’ nella zona. Vento, precipitazioni, temperatura sono immediatamente visibili, e’ un sistema di allarme precoce. Questo servizio fa diventare un qualsiasi computer un monitor del mondo (funziona in tutto il mondo) utile per la prevenzione e la valutazione dei disastri, siano essi terremoti, incendi o eventi meteorologici. (AGI)
 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.