TwitterFacebookGoogle+

Appalti: Amministrativisti, rischio fallimento senza correttivi

(AGI) – Roma, 18 mar. – “La riforma degli appalti a rischio fallimento, se non vengono introdotti robusti correttivi al testo varato dal Governo” – e’ questo il grido d’allarme lanciato da Umberto Fantigrossi, presidente dell’Unione nazionale degli avvocati amministrativisti in apertura dell’assemblea annuale convocata oggi a Roma presso il Consiglio di Stato. “L’obbligo di impugnare subito l’ammissione dei concorrenti alle gare rischia o di scatenare una guerra iniziale,sostanzialmente al buio, tra tutte le imprese che aspirano al contratto, con il risultato di moltiplicare e non ridurre il contenzioso o di far immediatamente consolidare aggiudicazioni disposte a favore di soggetti privi dei requisiti o comunque frutto di corruzione”, ha detto Fantigrossi. (AGI) Uba (Segue) (AGI) – Roma, 18 mar. – “Se si vuole andare davvero incontro all’Europa va abbandonata l’idea che il problema sia la giustizia amministrativa e l’unica soluzione i super poteri dell’ANAC, un’amministrazione che non ha eguali negli altri paesi e che e’ chiaramente nell’impossibilita’ di intervenire con efficacia ovunque vi sia una gara pubblica”. “Quello che serve e’ piuttosto un sistema organico e coordinato, conforme a tutti i principi comunitari, compreso quello di effettivita’ della tutela, in cui l’accesso alla giustizia e la celerita’ dei processi siano assicurate in primo luogo con adeguate risorse”. “Invitiamo quindi il Governo a rivedere il testo della riforma e a completare tutte le nomine ed i concorsi in atto per garantire ai Tar e al Consiglio di Stato la dotazione organica di magistrati che serve per eliminare tutto l’arretrato e per rientrare nei parametri europei”. L’assemblea dell’Unione nazionale degli avvocati amministrativisti ha poi dedicato ampio spazio all’esame della situazione della Corte dei conti e della riforma dei giudizi contabili, tramite la quale occorre, in primo luogo – ad avviso di UNA – definire in modo chiaro e preciso l’ambito di questa giurisdizione, eliminando le attuali incertezze e in raccordo con le riforme in materia di societa’ pubbliche e di appalti. Va inoltre assicurata una maggiore aderenza di questo processo all’art. 111 della Costituzione, specialmente per quanto riguarda l’effettivita’ del contraddittorio, assicurando all’incolpato di condurre autonome indagini istruttorie e quindi garantendogli una piena difesa. (AGI) Uba

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.