TwitterFacebookGoogle+

Arrestato generale turco della base di Incirlik, utilizzata da Usa

Istanbul – Un alto generale della base aerea di Incirlik e’ stato arrestato insieme con altri ufficiali nell’ambito dell’ondata di repressione scatenata in Turchia dopo il fallito golpe. La base aerea, le cui operazioni sono state sospese ieri, e’ utilizzata dalla coalizione araba a guida americana per colpire in Siria le postazioni dell’Isis. Il generale Bekir Ercan Van e’ stato interrogato dalla polizia, riferisce il quotidiano Hurriyet. Il governo sospetta, ha riferito una fonte anonima, che la base sia stata utilizzata per rifornire un caccia ‘”dirottato” dai golpisti la notte di venerdi’.

Prosegue cosi’ la vendetta di Erdogan, che ha portato in carcere finora 3.000 soldati e fatto emettere mandati di cattura per 2.745 magistrati. Fra i militari vi sono almeno 34 generali, tra cui figure di spicco come Erdal Ozturk, comandante della terza armata e Adem Huditi, comandante della seconda armata basata a Malatya. Questa mattina e’ stato arrestato, tra gli altri, Ozhan Ozbakir, il comandante della guarnigione di Denizli, nella parte occidentale della Turchia, e con lui 51 soldati. Il pungo di ferro scatenato dal capo dello Stato non ha risparmiato la magistratura a lui invisa e ritenuta fedele a Fethullah Gulen, l’acerrimo nemico di Erdogan, indicato da quest’ultimo come l’organizzatore del golpe: nella notte sono stati arrestati 44 giudici a Konya, nel centro del paese, e altri 92 a Gaziantep, nel sud-est. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.