TwitterFacebookGoogle+

Arrestato pediatra a Pavia, abusi su una ragazzina 

Milano – Accusato di pedofilia è finito agli arresti domiciliare il medico di Pavia che ha abusato di una sua paziente di 13 anni ricoverata nel reparto dove lavorava. Il medico 50enne, Antonio Maria Ricci, dirigente responsabile del servizio di gastroenterologia del reparto di pediatria del Policlinico San Matteo, nonché dirigente dell’ASP (Azienda Servizi alla Persona) è stato arrestato, e si trova ai domiciliari, per il reato di violenza sessuale aggravata nei confronti di una sua paziente, una ragazza di 13 anni.

L’arresto è stato eseguito dalla squadra mobile di Pavia, dopo un’indagine protrattasi per parecchi mesi generata dalla denuncia dei genitori delle 13enne, affetta da una grave patologia gastrointestinale insorta qualche anno fa. Patologia per la quale era in cura presso il reparto di gastroenterologia del Policlinico San Matteo, dove era sottoposta ad una terapia sperimentale. Proprio nell’ambito di queste cure, che prevedevano ricoveri in regime di day hospital presso il reparto di pediatria, si sarebbero consumati gli abusi sessuali da parte del medico cui la minore era stata affidata e che si occupava della gestione della terapia.

Ricci avrebbe per mesi ‘corteggiato’ “con inequivocabili chat su facebook” la giovane, conquistando la sua fiducia. Poi in occasione di un ricovero della giovane paziente, avvenuto la scorsa estate il medico, avrebbe approfittato del fatto che fosse da sola in camera, per baciarla sulle braccia e sulla bocca. A fronte del quadro indiziario la Procura della Repubblica di Pavia, nella persona del Sostituto Procuratore Giuiusa, ritenendo il medico spiccatamente predisposto a commettere reati della stessa specie, ha ritenuto di richiedere al Gip la misura degli arresti domiciliari che è stata accolta.

Il Gip del tribunale di Pavia, Oddone, ha infatti evidenziato come Ricci, sanitario che lavora a costante contatto con bambini ammalati, abbia dimostrato di non avere capacità di autocontrollo e pertanto concreta ed attuale la possibilità di reiterazione del reato. L’azienda ospedaliera, presso la quale Ricci lavorava, il San Matteo di Pavia, in relazione alle gravissime accuse, ha provveduto all’immediata sospensione cautelare dal servizio del medico e all’avvio di una contestuale procedura disciplinare”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.