TwitterFacebookGoogle+

Ascolta per caso coppia fedifraghi e li smaschera su Facebook

Roma – Il destino sa essere veramente bizzarro, ancor di piu’ se ha a disposizione un social network. Cosi’ e’ accaduto a una donna di Chester, in Inghilterra, di aver raccontato al marito di essere impegnata in una riunione mentre invece se la spassava con l’amante e di aver avuto l’imprudenza di raccontare il dettaglio mentre orecchie indiscrete erano all’ascolto. Orecchie peraltro assolutamente estranee alla vicenda: non un conoscente, ne’ un investigatore messo alle calcagna dal marito, ma un perfetto sconosciuto che ha avuto la bella pensata di smascherare la donna su Facebook. Durante una pausa, Stevie Wilcock, ingegnere 22enne, si trovava in una stazione di servizio e mentre aspettava di usare la macchinetta del caffe’ ha ascoltato la donna raccontare a un altro uomo di aver detto al marito – David – di essere impegnata al lavoro tutto il giorno. I due, divertiti, hanno poi parlato anche di un hotel.

E’ stato proprio lo sghignazzare dei due a indignare l’impiccione Wilcok che ha deciso di rendere pubblico il tradimento scrivendo un post su Facebook. Senza lesinare particolari ha descritto l’abbigliamento della donna e rivelato la targa della macchina. “Caro David, se la tua compagna o moglie ha circa 40 anni e stamattina e’ uscita per andare al lavoro indossando una gonna e giacca nera e una camicia blu, sappi che non e’ impegnata in una lunga riunione di lavoro come ti ha detto, ma e’ qui davanti a me in una stazione di servizio e ridendo sta raccontando ad un altro uomo che ti ha detto una bugia. La sua macchina e’ una Ford Fiesta ed e’ targata ***. Dave, raccogli le tue cose e vattene”. Il post ha ricevuto 12mila ‘like’, e’ stato condiviso 5mila volte e Stevie Wilcock ha ricevuto migliaia di richieste di amicizia. “Ho voluto fare il post – racconta Wilcock – per vendicare l’offesa che David stava subendo. E’ stato surreale sentirli parlare del loro rapporto in modo cosi’ aperto, naturalmente non si sarebbero mai immaginati che io potessi smascherarli”. (AGI) .

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.