TwitterFacebookGoogle+

Ast: bilancio feriti sale a cinque. Aperta un'inchiesta su carica – Video

(AGI) – Roma, 29 ott. – Si e’ concluso il presidio dei manifestanti della Ast di Terni di fronte al ministero dello Sviluppo economico. I dimostranti sono defluiti per via San Basilio, diretti verso i pullman, e seguiti da un contingente della guardia di finanza, senza il verificarsi di ulteriori incidenti. A quanto si apprende da fonti sindacali, il bilancio dei feriti tra i manifestanti e’ salito a cinque. Ci sarebbero inoltre dieci contusi. Lo stesso segretario generale della Fiom, Maurizio Landini, avrebbe preso una botta durante la carica. Il Ministero dell’Interno aprira’ un’inchiesta per verificare le responsabilita’ della carica di polizia nei confronti dei manifestanti della Ast di Terni che si dirigevano verso il ministero dello Sviluppo economico. E’ quanto ha fatto sapere il vice ministro dell’Interno, Filippo Bubbico, durante l’incontro con i rappresentanti di Fim, Fiom e Uilm, a quanto si apprende da fonti sindacali. Bubbico, hanno aggiunto le fonti, si e’ detto non a conoscenza dei fatti e ha promesso accertamenti. Il punto verra’ fatto in occasione di un nuovo incontro con i sindacati che verra’ convocato in serata. “Abbiamo gia’ detto che abbiamo la massima trasparenza e seguiamo con la massima attenzione” quanto sta avvenendo – ha detto il sottosegretario alla Presidenza del consiglio, graziano Delrio – Il ministro dell’Interno ha garantito in poche ore tutta la documentazione necessaria per ricostruire l’accaduto. Ovviamente sono fatti che dispiacciono”. (AGI) .

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.