TwitterFacebookGoogle+

Ast: Landini, "governo ci deve scuse, episodi da non ripetere"

(AGI) – Roma, 29 ott. – Episodi come la carica della polizia contro il corteo della Ast avvenuta oggi a Roma “non si devono ripetere”. Lo ha dichiarato il segretario nazionale della Fiom, Maurizio Landini, al termine dell’incontro al Viminale, al quale hanno partecipato inoltre i segretari nazionali di Fim Cisl e Uilm, Marco Bentivogli e Mario Ghini, il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, il vice ministro dell’interno Filippo Bubbico e il capo della polizia, Alessandro Pansa. Landini ha spiegato che durante l’incontro non sono arrivate scuse da parte del governo, scuse, ha aggiunto l’esponente sindacale, “che sono dovute”. “Abbiamo chiesto al governo di chiarire perche’ non deve mai piu’ succedere che una manifestazione pacifica termini con episodi del genere, e’ compito delle forze dell’ordine garantire questo diritto”. Il segretario nazionale Fim Cisl, Marco Bentivogli, spiega invece che “Alfano ha detto che oggi e’ stata una brutta giornata per tutti e ha dato disponibilita’ ad aprire un tavolo permanente sulle vertenze per gestire con maggiore confronto l’ordine pubblico. Abbiamo stigmatizzato e richiesto la smentita del comunicato assurdo della questura su nostra volonta’ di bloccare la stazione e abbiamo chiesto la ricerca dei responsabili dell’ordine pubblico e di garantire che le manifestazioni pacifiche dei lavoratori siano accolte con maggiore rispetto”, dice Bentivogli. I segretari nazionali di Fiom, Fim e Uilm, aggiungono le fonti, hanno stigmatizzato e richiesto smentita del “comunicato assurdo della questura sulla nostra volonta’ di occupare Termini e chiesto la ricerca dei responsabili dell’ordine pubblico”. Esponenti sindacali hanno domandato al governo “che le manifestazioni pacifiche dei lavoratori siano accolte con maggiore rispetto”. Alfano, hanno riferito ancora le fonti, ha dato disponibilita’ ad aprire un tavolo permanente sulle vertenze per gestire con maggiore confronto l’ordine pubblico”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.