TwitterFacebookGoogle+

Attacco a Gerusalemme, uccisi due soldati israeliani (video)

Attentato a Gerusalemme: tre terroristi palestinesi hanno aperto il fuoco su un gruppo di poiziotti alla Lion’s Gate (Porta del Leone) nella Città Vecchia. I poliziotti, scrive Jerusalem Post,  sono stati in grado di rispondere rapidamente e uno scontro a fuoco è iniziato. Alla fine i terroristi sono stati uccisi mentre tre soldati sono rimasti feriti, di cui due in maniera mortale.

BREAKING VIDEO: Moments after Arab terrorists were shot following shooting attack at entrance of Temple Mount in Jerusalem. pic.twitter.com/sqpCOwIJdz

— Israel News Feed (@IsraelHatzolah) 14 luglio 2017

Come ha scritto i24news.tv  citando fonti ospedaliere del servizio di emergenza medico Magen David Adom (MDA), due militari israleiani sono stati trasportati in condizioni critiche all’ospedale di Hadassah Monte Scopus di Gerusalemme dove sono deceduti dopo poche ore. 

Scène de guerre #Jerusalem

Via @news10
pic.twitter.com/XTQWLLMg2Y

— Micky (@mickyattal) 14 luglio 2017

L’area religiosa è stata chiusa, ha riferito il portavoce della polizia israeliana, Micky Rosenfeld, e, per la prima volta da diversi anni, la preghiera del venerdì è stata annullata.

La condanna di Abu Mazen

Abu Mazen ha condannato in modo molto duro l’attacco avvenuto oggi sulla Spianata delle Moschee (o Monte del Tempio, per gli ebrei), nel quale sono morti tre palestinesi e due poliziotti israeliani. Come riferisce l’agenzia di stampa palestinese Wafa Il presidente dell’Autorità palestinese lo ha fatto nel corso di un collo quio telefonico con Benjamin Netanyahu.

2 Israeli policemen were murdered in today’s terror attack in Jerusalem’s old city: Hail Stawi & Kaamil Snaan.May their memory be a blessing pic.twitter.com/J9NFJFq8sb

— Israel Foreign Min. (@IsraelMFA) 14 luglio 2017

Al premier israeliano Abu Mazen ha espresso la “forte condanna e il rifiuto di qualsiasi atto di violenza, soprattutto se commesso in luoghi di preghiera”. Dal canto suo Netanyahu ha lanciato a tute le parti un appello alla calma, dopo aver deciso di “prendere le misure necessarie per la sicurezza dell’area senza modificarne lo status quo”. 

Ultimo aggiornamento venerdì 14 luglio ore 14.00

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.