TwitterFacebookGoogle+

Attentato kamikaze nel centro di Kabul, 20 morti e 160 feriti

Kabul – Continua ad aggravarsi il bilancio dell’attentato suicida che a Kabul: il numero di morti accertati è di 20 e i feriti ammontano a 160. Il kamikaze si è fatto esplodere durante un corteo di protesta della minoranza hazara. “Si tratta pero’ di un primo conteggio”, ha avvertito il portavoce ministeriale Mohammad Ismail Kawoosi, “e dunque potrebbe ulteriormente evolversi”. La strage è avvenuta nel quartiere sud-occidentale di Dehmazang, ad appena un chilometro in linea d’aria dal Palazzo Presidenziale che i dimostranti avevano invano tentato di raggiungere, fermati però dai cordoni di sicurezza eretti dalle forze dell’ordine. Le vittime sono state condotte in massima parte nel vicino ospedale di Istiqlal.

Molti i cadaveri smembrati dall’onda d’urto. Il kamikaze, imbottito di esplosivo, si è avvicinato a piedi alla sfilata e si è quindi fatto saltare in aria. La televisione nazionale ha trasmesso in diretta immagini nelle quali si vede una colonna di denso fumo scuro levarsi verso il cielo al di sopra della folla.

I manifestanti stavano contestando pacificamente un mega-progetto governativo per la creazione di una linea dell’alta tensione che colleghi la capitale afghana con il Turkmenistan, ma che discriminerebbe la provincia di Bamyan, dove gli hazara costituiscono la maggior parte della popolazione, fornendole energia elettrica a potenza dimezzata. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.