TwitterFacebookGoogle+

Attentato metro Londra. Cosa sappiamo

Una esplosione su un vagone della metropolitana nella stazione di Pearsons Green, a Londra, ha ferito in modo lieve alcuni passeggeri.

Ecco quello che sappiamo finora

 

  • L’ordigno era stato piazzato nell’ultimo vagone del convoglio, vicino a una porta di uscita. Un testimone ha raccontato di aver visto un bidone di plastica da cui uscivano cavi elettrici 
  • Theresa May ha detto che le forze di sicurezza e le unità di emergenza stanno rispondendo “in maniera efficace a quello che sembra un attacco terroristico“ 
  • Un secondo ordigno rudimentale è stato disinnescato
  • La polizia cerca un uomo in fuga, armato di coltello

Chaos on London Underground with trains cancelled as police confirm Parsons Green explosion was terror attack https://t.co/z2ufNgQpLg pic.twitter.com/ToyF1J1Al4

— Daily Mail U.K. (@DailyMailUK) 15 settembre 2017

  • Per gli inquirenti è un “atto di terrorismo” (Bbc)
  • Il Consolato Generale d’Italia sta effettuando tutte le verifiche del caso d’intesa con le autorità britanniche. Per eventuali segnalazioni sulla presenza di connazionali coinvolti, contattare l’Ufficio Assistenza Sociale ai numeri +44 (0)207936-5928 e 5931 ed il cellulare di emergenza attivo H24 del Consolato Generale +44 (0)7850752895.

Follow our live page for updates on the Parsons Green tube incident in London https://t.co/ftl15K7uPj pic.twitter.com/x9YtmaR4SA

— BBC News (UK) (@BBCNews) 15 settembre 2017

  • A esplodere è stato quello che sembra un ordigno rudimentale nascosto in un bidoncino di plastica in una busta termica (Guardian)
  • I passeggeri hanno riferito di aver sentito una violenta esplosione, poi una vampata di calore (Evening Standard)
  • Le indagini sono passate dalla polizia metropolitana all’unità antiterrorismo di Scotland Yard
  • La linea District della metropolitana è stata sospesa tra le fermate di Earl’s Court e Wimbledon

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.